NBA, Detroit: via Monty Williams e 65 milioni di dollari

I Pistons sono reduci dalla peggior stagione di sempre (14-68)

Solo un anno fa, Detroit annunciava, in pompa magna, l’accordo con Monty Williams. Finalista NBA alla guida dei Phoenix Suns (2021/22), è stato messo sotto contratto per ben sei stagioni per una cifra complessiva pari a ben 78 milioni di dollari. Insomma, è stato scelto per ricostruire i Pistons e riportarli ai vertici dell’NBA.

Bene, dopo una sola stagione, Monty Williams è stato licenziato. Reduce da un’annata orribile che è valsa il peggior record di sempre nella storia della franchigia (14-68 il record), Monty Williams è stato sollevato dall’incarico da Trajan Langdon, il nuovo presidente dei Pistons. Da ricordare che il coach esonerato aveva un eccellente rapporto con l’alto dirigente Troy Weaver, anche lui allontanato da Detroit.

Una decisione pesante, anche perchè Monty Williams può contare su un contratto garantito per i prossimi cinque anni da 65 milioni di dollari complessivi. Poco importa, il board di Detroit ha fatto la sua scelta. Vuole puntare su un nuovo coach e non crede che Monty Williams sia la persona giusta per la piazza.

A questo punto, c’è curiosità per capire chi prenderà il posto di Monty Williams sulla panchina dei Pistons. In questo momento, il nome più gettonato sarebbe quello di James Borrego, ex head coach di Charlotte, in corsa anche per la panchina dei Los Angeles Lakers.

Articoli correlati

P