Milano umilia Sassari

La squadra di Calvani mai in partita: l'Olimpia vince di 37.

2 Gennaio 2016

La prima partita del nuovo anno doveva essere un grande spettacolo perché vedeva in campo l’EA7 e Sassari, rivincita della semifinale scudetto della scorsa stagione. Invece, l'ultima di andata si è aperta con una serata a senso unico, nella quale la Dinamo non è letteralmente scesa in campo al cospetto di una Milano intensa e concentrata. C'è equilibrio solo nel primo quarto e l'eloquente finale è di 87-50.
 
L’inizio di partita non verrà ricordato esattamente come uno dei più spettacolari mai visti, infatti per quasi due minuti non si segna con Cinciarini che sbaglia tiri aperti da tre punti (0-3 nei primi 10’) e Sassari che non riesce a trovare un’alternativa a due triple estemporanee di Logan. Nemmeno Milano attacca in modo fluido, ma 7 rimbalzi offensivi garantiscono secondi possessi e sei lunghezze di vantaggio alla prima pausa.
 
Calvani cerca degli antidoti, ma al rientro in campo trova solo altri problemi, dovendo assistere a una prova sconcertante dei suoi, che perdono palloni su palloni sbagliando passaggi banali, tirando veri e propri missili contro il tabellone e culminando il tutto con una palla persa su rimessa a metà campo direttamente nelle mani di McLean che va a schiacciare in solitaria.
 
Il parziale iniziale è di 12-3 per i biancorossi e sul canestro del +15 di Barac, arriva il timeout di Calvani. Solo Varnado prova a dare una scossa con tre punti, ma Milano domina in difesa, forza undici palle perse nel solo primo tempo concedendo solo 7-25 dal campo.
 
Alla pausa lunga il divario è quasi sconvolgente per la facilità con cui viene conseguito, infatti il 47-20 parla già di una partita praticamente in ghiaccio. Sassari ha un imperativo, ovvero quello d’impattare bene l’inizio di secondo tempo per provare a fare un break e instillare qualche dubbio nelle menti milanesi. In realtà un sussulto d’orgoglio c’è stato con il canestro da tre di Logan e un 11-5 di parziale che sembrava poter far presagire a una rimonta.
 
È solo un fuoco di paglia perché Milano rimette subito le cose a posto, sfruttando poi anche un poco assennato tecnico preso da Calvani che ha riportato Milano al dominio con la tripla di Cinciarini che sigla il nuovo +27.
 
I canestri di McLean sul finire di terzo quarto sigillano l'incontro e all'ultima pausa è +26 Olimpia. Il quarto periodo è puro garbage time che traghetta la partita sino alla sirena finale.
 
In collaborazione con basketissimo.com
 
©

ULTIME NOTIZIE:

©Virtus Bologna corsara ma Sergio Scariolo è preoccupato
Virtus Bologna corsara ma Sergio Scariolo è preoccupato
©Basket, Davide Moretti non vede l'ora di affrontare Treviso
Basket, Davide Moretti non vede l'ora di affrontare Treviso
©Amedeo Della Valle, altro premio: è il miglior italiano
Amedeo Della Valle, altro premio: è il miglior italiano
©Gianluca Pozzecco racconta il suo dramma sfiorato
Gianluca Pozzecco racconta il suo dramma sfiorato
©Andrea Amato ha già una nuova squadra
Andrea Amato ha già una nuova squadra
©Olimpia Milano, Amedeo Della Valle ha un rimpianto
Olimpia Milano, Amedeo Della Valle ha un rimpianto
 
Juventus-Malmoe 1-0, le pagelle
Milan-Liverpool 1-2, le pagelle
Napoli - Atalanta 2-3: le pagelle
Salernitana-Juventus 0-2, le pagelle
Milan-Sassuolo 1-3, le pagelle
Juventus-Atalanta 0-1, le pagelle
Atletico Madrid-Milan 0-1, le pagelle
Fiorentina-Milan 4-3, le pagelle