Morte Kobe Bryant, Pau Gasol non ci crede ancora

A distanza di un anno dal fatidico incidente, lo spagnolo spiega: "Lui era invincibile".

Pau Gasol ha chiamato la figlia Elisabet Gianna

E' trascorso un anno esatto dalla terribile notizia che informava il mondo della morte di Kobe Bryant e di sua figlia Gianna. Pau Gasol, in questi 12 mesi, ha cercato di convivere con il dolore, trovando anche momenti di gioia, come la nascita della figlia, chiamata Elisabet Gianna: "Avere Gianna nel suo nome è importante. Cercherò anche di essere un buon padre", le sue parole a ESPN.

Il catalano, compagno di squadra del Black Mamba ai LA Lakers, ancora fatica a credere a quanto è accaduto: "Ancora non vuoi crederci. Pensi che possa uscire da quell'elicottero. Lui era invincibile".

"E' il fratello maggiore che non ho mai avuto. C'era un lato amorevole in lui che credo di aver aiutato a crescere. Gli dicevo che, a volte, andava bene essere vulnerabile, tenero, nomale quindi", la chiosa dello stesso Pau Gasol.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesNBA, All Star Game: brilla il Team LeBron
NBA, All Star Game: brilla il Team LeBron
©Getty ImagesAll Star Game NBA, sindaco e polizia di Atlanta in stato d'allerta
All Star Game NBA, sindaco e polizia di Atlanta in stato d'allerta
©Getty ImagesAll Star Game NBA, Giannis felice con LeBron James
All Star Game NBA, Giannis felice con LeBron James
 
Juventus-Lazio 3-1, le pagelle
Parma-Inter 1-2, le foto della vittoria nerazzurra
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle