Draft, Filadelfia riparte da Simmons

24 Giugno 2016

Ben Simmons, il moro australiano di LSU per alcuni  il nuovo LeBron o il nuovo Magic o un alias di Draymond Green, ha dunque ingoiato l'amara pillola che nei giorni scorsi Jerry Colangelo, navigato manager chiamato a metà stagione al capezzale dei 76ers, gli aveva ben addolcito promettendogli un trattamento da star. Arriva sempre da Melbourne il  n.1 del draft a 11 anni di distanza  da Andrew Bogut, il centro di origini croate, e  sarà il punto di partenza del rilancio di Filadelfia, un progetto  il cui nome  in codice è "The Process" e  del quale farà parte anche Allan Iverson, l'ultima grande star del club, che ha speso ottime parole per il giovane boomer arrivato anch'esso attraverso il lottery-draft. Vedremo se davvero lo zampino della sorte riuscirà a trasformare questa nobile decaduta che nell'ultima stagione ha collezionato un record di sconfitte iniziali senza precedenti al quale è seguito uno scossone voluto direttamente dai vertice della NBA. Non basta forse un numero uno pur bravo che sia, come si è capito in questa stagione dove le ottime prestazioni di Karl Anthony Towns non sono state sufficienti a Minnesota per entrare nei playoff.

Ben Simmons si metterà subito al lavoro con la nuova squadra, non giocherà le Olimpiadi  con l'Australia, anche se la notizia del giorno riguardante Rio è la rinuncia di LeBron per cui nelle prossime ore Jerry Colangelo in veste di presidente di US Basketball comunicherà la lista dei 12 giocatori scelti fra i 31 della prima selezione fra i quali ci potrebbe essere Draymond Green he si è detto interessato.

I 76ers non hanno ceduto alla tentazione di vendere i diritti della prima scelta assoluta, come fecero in passato, e automaticamente Brandon Ingram, da mesi alternativa di Simmons per il  n.1 pick, è stato scelto dai Lakers che hanno chiamato anche il centro bosniaco Ivica Zubac (n.32) con grande soddisfazione di Luke Walton, il nuovo allenatore che ha preso il posto di Byron Scott e avrà il compito di rilanciare la gloriosa franchigia nella quale ha giocato per un decennio.

Passata la loro prima scelta a Toronto due anni fa, come compensazione per l'arrivo di Andrea Bargnani, che ha permesso ai Raptors di prendere il centro austriaco Jakob Poetl (n.9), come annunciato i Knicks  sono stati spettatori a questo  draft preferendo risparmiare i 2 milioni di dollari per una seconda scelta e puntare su un gruppo di interessanti "undrafted" (Gary Payton II, Adrian Finney-Smith, Yogi Ferrell, Troy Williams. I Knicks si sono concentrati su un giocatore del primo livello e presenteranno oggi Derrick Rose alla stampa, Melo Anthony ha espesso il suo gradimento. Calderon fa le valigie per Chicago che smentisce qualsiasi trattativa per Jimmy Butler e ha scelto il n.14 Denzell Valentine di Michigan State e il tedesco Paul Zipser (n.48) del Bayern Monaco.

La parte del leone l'ha fatta Boston che controllava ben 8 scelte, ha preso il talentuoso Jaylen Brown, salito nelle quotazioni nelle ultime ore e sul quale contavano molto i Kings e Denver,  e fatto un mercato internazionale comprendente il francese Abusele, il centro croato Zizic che non è piaciuto ai suoi fans, e il ghanaense Bentil.   Riepilogo del draft  del club di Danny Ainge: 3 Jaylen Brown (California), 16 Guerhon Abusele (Francia, via Dallas),  23 Ante Zizic (Cibona Zagabria), 45 Demetrius Jackson (Notre Dame), 51 Ben Bentil (Providence), 58 Abdel Nader (Iowa State) e ceduto a Memphis  il n.31 Deyonta Davis (Michigan State) e il n.35 Rade Zagorac (Serbia) in cambio di della prima scelta 2019 (via Clippers).

Denver ha preso 5 giocatori di cui ben  tre prime scelte, il n.15 spagnolo Juancho Hernengomez (pf/c, Estudiantes) che si aggiunge agli altri due giganti slavi dei precedenti draft Jussuf Nurkic (Bosnia) e Nikola Jokic (Serbia), il n.7 Jamal Murray point guard di Kentucky  come alternativa di Mudiay, il n.19 Malik Beasley (sh.g, Florida State, via Portland), il  francese n.53 Petr Cornelie (pf, Le Mans)  e ha  ceduto a Oklahoma il n.56 Daniel Hamilton (sf, Connecticut).

Ben 15 gli europei di cui ben 9 prime scelte, annata di qualità con la sorpresa dello sconosciuto David Michineau scelto dai Pelicans: 4 Dragan Bender (Croazia, pf/c, Maccabi) a PHOENIX; 9 Jakob Poetl (Austria, c, Utah) TORONTO; 11 Domantas Sabonis (Lituania, pf/c, Gonzaga Un.) ORLANDO  che lo cede a OKLAHOMA in cambio di Sergi Ibaka); 13 Georgios Papagiannis (Grecia, c, Panathaikos) PHOENIX che lo cede a SACRAMENTO); 15 Juancho Hernangomez (Spagna, pf/c, Estudiantes) DENVER (corteggiato da Indiana); 16 Guerschon Abusele (Francia, pf Rouen) BOSTON via Dallas;  23 Ante ZIZIC (Croazia, c, Cibona) BOSTON; 24 Timothe Luwawu (Francia, sf, Mega Leks) 76ERS FILADELFIA; 26 Furkan Korkmaz (Turchia, sf, Efes) 76ERS FILADELFIA); 32 Ivica Zubac (Bosnia/Srb, c, Mega Leks) LA LAKERS; 35 Rade Zagorac (Serbia sf, Mega Leks) BOSTON ceduto a MEMPHIS; 39 David Michineau (Francia, pg, Chalon) NEW ORLEANS; 44 Isiah Cordinier (Francia, sh.g, Denin) ATLANTA;  48 Paul Zipser (Germania, sf, Bayern) CHICAGO;  53 Petr Cornelie (Francia,pf, LeMans).

L'azzardo è il n.10 Thon Maker  per Milwaukee: altissimo e tutto da formare, arriva dal Canada. Sabonis jr è stato scelto da Oklahoma ed è stato spedito a Orlando dove arriva Ibaka e parte Victor Oladipo che partirà  starter a fianco di Westbrook, una mossa per convincere Durant a restare con una squadra da titolo. Il talentuoso centro caraibico Skal Labissiere (Kentucky)  scelto da Phoeix è stato girato a Sacramento, Golden State ha girato a Milwaukee il centro di Vanderbilt Damian Jones (n.30) e preso dai Bucks il n.38 Patrick McCaw di Las Vegas.  San Antonio ha scelto il n.29 DeJonte Murray point guard di Washington: sarà lui l'erede di Tony Parker.  I neo-campioni di Cleveland non erano nel draft, a LeBron piaceva molto Ben Simmons e approfittato per dare il benvenuto al n.1 dei Tigers, 18 anni, 2,07,  19,2 punti, 11,8 rimbalzi, 4,8 assist. Due cinesi al secondo giro:  la magrezza di Zhou Qi (n.43), l'erede di Yao Ming,  gli ha negato un posto fra i primi 25, ma ha trovato un estimatore in Mike D'Antoni nel dopo-Howard, il talento c'è; a sorpresa Memphis ha scelto il centro Wang Zhelin (n.57) tutto da scoprire, anche in questo caso il problema è la potenza.

Ecco le 30 scelte del primo giro 1 Ben SIMMONS (Aus, LSU, pg/sf) 76ERS; 2 Brandon INGRAM (Duke, sf) LA LAKERS; 3 Jaylen BROWN (sf, alifornia Un) BOSTON; 4 Dragan BENDER (Cro, Maccabi, pf/c) PHOENIX; 5 Kriss DUNN (pf Providence) MINNESOTA; 6 Buddy HIELD (sg, Oklahoma) NEW ORLEANS; 7 Jamal MURRAY (pg, Kentucky) DENVER; 8 Marqueese CHRISS (pf, Washington) SACRAMENTO; 9 Jakob POELTL (Austria, c, Utah) TORONTO; 10 Thon MAKER (Can, c, Athl.Institute) MILWAUKEE; 11 Damantas SABONIS (Lituania, pf/c, Gonzaga) ORLANDO via Oklahoma; 12 Taurean PRINCE (sf, Baylor) UTAH; 13 Georgios PAPAGIANNIS (Gre, c, Panathnaikos) SACAMENTO via Phoenix; Denzell VALENTINE (sg, Michigan State) CHICAGO; 15 Juancho HERNANGOMEZ (Spagna, pf/c, Estudiantes) DENVER; 16 Guerschon YABUSELE (Francia, pf, Rouen) BOSTON via Dallas; 17 Wade BALDWIN (pg,Vanderbilt) MEMPHIS; 18 Hery ELLENSON (pf, Marquette) DETROIT; 19 Malik BEASLEY (sh.g, Florida State) DENVER via Portland; 20 Caris LEVERT (sh.g, Michigan) INDIANA; 21 Deandre BEMBRY (sg.g, St.Joseph) ATLANTA; 22 Malachi RICHARDSON (sh.g, Syracuse) CHARLOTTE; 23 Ante ZIZIC (Croazia, c, Cibona) BOSTON; 24 Timothe LUWAWU (Francia, sf, Mega Leks) 76ERS; 25 Brice JOHNSON (pf, North Carolina) L CLIPPERS; 26 Furkan KORKMAZ (Turchia, sf, Efes) 76ERS; 27 Pascal SIAKAM (pf, New Mexivo St)  TORONTO; 28 Skal LABISSIERE (pf, Kenyucky) SACRAMENTO via Phoenix); 29 DeJounte MURRAY (pg, Washington) SAN ANTONIO; 30 Damian JONES (c, Vanderbilt) MILWAUKEE via Golden State.

A cura di ENRICO CAMPANA

©

ULTIME NOTIZIE:

©NBA, Lebron James gioca ma i Lakers perdono ancora
NBA, Lebron James gioca ma i Lakers perdono ancora
©NBA, altro passo falso per i Milwaukee Bucks
NBA, altro passo falso per i Milwaukee Bucks
©LeBron James, Anthony Davis e Russell Westbrook debuttano con un ko
LeBron James, Anthony Davis e Russell Westbrook debuttano con un ko
©NBA, LeBron James inizia a preoccuparsi veramente
NBA, LeBron James inizia a preoccuparsi veramente
©NBA, Ben Simmons sorprende tutti e cambia idea
NBA, Ben Simmons sorprende tutti e cambia idea
©Kyrie Irving no-vax, i Brooklyn Nets e Steve Nash si arrendono
Kyrie Irving no-vax, i Brooklyn Nets e Steve Nash si arrendono
 
Lazio e Inter fuori controllo: le foto della rissa
Pernille Harder bella da impazzire: le foto
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume II)
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume I)
Gianluigi Donnarumma sbalordisce con un nuovo tatuaggio: le foto
Calcio, le maglie più originali della stagione 2021/2022: le foto
Francia-Spagna 2-1, le pagelle
Djimsiti, che guaio per l'Atalanta: le foto