Maverick Viñales, dolorose ammissioni su ritiro e Aprilia

Le confessioni del dopogara sono particolarmente pesanti.

Maverick Viñales non ha concluso il Gran Premio della Thailandia di MotoGP, e al termine della giornata di Buriram ha voluto chiarire i motivi del suo stop. In più ha anche ammesso che in Aprilia ci sono alcune cose che non vanno come vorrebbe.

Viñales si era fatto notare nelle prove libere, in cui era sempre stato nelle primissime posizioni. Poi, però, è iniziato il suo personale calvario: "A noi tende a succedere questo, arriviamo al limite della moto al venerdì. Poi basta. Già in Q2 abbiamo avuto alcuni problemi, in gara invece non sono nemmeno riuscito ad arrivare al traguardo. C'era un caldo infernale che proveniva dalla moto, per 2-3 giri non sono riuscito neanche a respirare".

"Ho deciso di fermarmi, perché continuare non aveva senso – ha proseguito Viñales -. Il calore si sprigionava proprio dalla moto, e su questo aspetto dobbiamo necessariamente migliorare. Altrimenti anche a Sepang non sarò in grado di finire la gara".

"Purtroppo quando partiamo così indietro in griglia l'Aprilia è un po' un disastro. Questo weekend è stato ricco di alti e bassi. Dobbiamo inquadrare bene che cosa è successo, perché in fine settimana come questo mi sento sopraffatto", ha concluso Viñales.

Articoli correlati