Rossi non alza bandiera bianca

2 Settembre 2016

Marc Marquez non è irraggiungibile, lo dice la matematica. “Ogni stagione va a sé, recuperare questa quantità di punti sarà difficile, ma so che devo concentrarmi su di me e cercare di dare il massimo sempre. Dobbiamo andare a podio, fare punti, fare le scelte più giuste”, racconta Valentino Rossi.

“Intanto possiamo divertirci - aggiunge il fuoriclasse di Tavullia -. Mancano sette gare, la maggior parte si correrà su circuiti che mi piacciono. Facciamo i risultati, poi si vedrà...”.

"Perdere il Mondiale l'anno scorso, così come lo abbiamo perso, ci ha reso anche l'inverno difficile. Poi ho cercato di correre con la testa pulita, a volte si riesce, a volte si fa qualche errore, come è successo in questo campionato: sono stati due gli errori, anche per questo motivo. Ma perdere il Mondiale come è successo a noi, dopo lo sforzo che avevamo fatto, e perderlo come lo abbiamo perso noi non è stato un buon viatico per la stagione successiva. Comunque quest'anno è più facile fare errori per tutti, ad Austin erano 25 gare che non ne commettevo, c'era anche un po' pressione aggiuntiva. Quest'anno sono indietro e devo rischiare di più, anche dopo il problema del motore al Mugello", conclude Rossi.

Marquez è tranquillo ma non troppo. “53 punti sono tanti, è vero. Ma si possono perdere facilmente”, ammette il pilota della Honda.

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Pol Espargarò, parole al miele sul ritorno di Marquez
Pol Espargarò, parole al miele sul ritorno di Marquez
©Marc Marquez svela un dettaglio sulla scelta di tornare
Marc Marquez svela un dettaglio sulla scelta di tornare
©MotoGp, Jorge Martin perentorio su Valentino Rossi
MotoGp, Jorge Martin perentorio su Valentino Rossi
 
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala
Real Madrid-Liverpool 3-1, le foto
Torino-Juventus 2-2, le foto più belle
Lituania-Italia 0-2, le foto