Romano Fenati alza bandiera bianca

L'ascolano sembra avere deciso il proprio futuro. "Un ritorno in pista? A sangue freddo dico no".

Romano Fenati, con Sportmediaset, è tornato a parlare della ‘stronzata’ (parole sue, ndr) di Misano.

"Ho fatto quel gesto come per dire ‘levati’. Era più un buffetto per farlo calmare, per toglierlo, non è come stato detto. Io non farei del male neanche a una mosca. Sono stato giudicato troppo pesantemente" ha raccontato.

"Mi tocca tornare a scuola. Finirò gli studi, mi manca solo l’ultimo anno. Un ritorno in pista? A sangue freddo dico no. Tra cinque anni come mi vedo? Non lo so. Ma chiedo scusa soprattutto ai ragazzini che ci guardano e prendono esempio da noi" ha aggiunto l’ascolano.

"In anni di sport non ho mai visto un comportamento così pericoloso. Un pilota simile non rappresenta minimamente i valori del nostro marchio. Per questo non vogliamo che sia lui a riportare in pista MV Agusta nel Motomondiale" aveva dichiarato ieri Giovanni Castiglioni, presidente di MV Agusta.

"Dopo lo spiacevole episodio tra Romano Fenati e Stefano Manzi, la squadra ritiene impossibile iniziare la prevista collaborazione con il pilota ascolano per la stagione 2019. Il gesto di Romano Fenati non è compatibile con i valori sportivi del Forward Racing Team e di MV Agusta. Per questo, pur amareggiati, dobbiamo annullare il progetto con Fenati. Il nostro sport è di per sé già molto pericoloso e ogni gesto che aumenta il rischio per i piloti non è tollerabile. Non possiamo accettare un comportamento di questo genere da un nostro futuro pilota" ha aggiunto Giovanni Cuzari, Forward Racing Team Owner.

ARTICOLI CORRELATI:

Bagnaia si frattura la tibia destra
Bagnaia si frattura la tibia destra
Un finestra ha fermato Marc Marquez
Un finestra ha fermato Marc Marquez
Aleix Espargaró vuole invertire la tendenza
Aleix Espargaró vuole invertire la tendenza
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa