Petronas, manca solo il via libera di Valentino Rossi

Il boss del team satellite Yamaha Johan Stigefelt parla del futuro del Dottore.

Il direttore del team Petronas Johan Stigefelt fa più di un'apertura a Valentino Rossi in vista del 2021: "Io dirigo il team, ma quello che succede viene deciso altrove. Di sicuro ne parleremo. Per me Valentino è il migliore della storia. Il più grande. E poi c’è un filo nascosto che mi lega a lui", sono le sue parole alla Gazzetta dello Sport.

"Nell’Europeo 1995 io ho corso contro di lui al Mugello.E ho iniziato in 250 nel suo stesso anno. Anche se a un livello un po’ diverso (ride; n.d.r.). E mentre io oggi sono qui, lui corre ancora. Straordinario. Già a inizio gennaio avevo letto sulla Gazzetta le sue dichiarazioni nei nostri confronti, ed è stato un privilegio. Abbiamo appena iniziato, ma abbiamo mostrato a tutti, Vale incluso, cosa sappiamo fare. E non parlo solo dei risultati, ma di come abbiamo costruito la squadra e di quanto siamo professionali. Se uno come lui se ne è accorto, vuol dire aver fatto un gran lavoro". L'impressione è che Petronas stia solo aspettando il via libera del Dottore, che nei prossimi mesi deciderà se continuare o no a correre.

La possibile accoppiata con Jorge Lorenzo: "Wilco e io ci scherzavamo su l’altro giorno. La verità è che la filosofia del nostro team è quella di allevare nuovi talenti dalla Moto2, un progetto cheame piace tantissimo. Ma loro sono due leggende della moto. Sarebbe qualcosa di grandioso".

valentino rossi

ARTICOLI CORRELATI:

MotoGp, anche il Mugello rinviato
MotoGp, anche il Mugello rinviato
Coronavirus, la preoccupazione di Petrucci
Coronavirus, la preoccupazione di Petrucci
Jorge Lorenzo, che ammissione su Valentino Rossi
Jorge Lorenzo, che ammissione su Valentino Rossi
 
Zaira Nara e Wanda Nara: il derby della sensualità
Con Wanda Nara la vita è meno amara
Le foto di Soraja Vucelic, la prorompente ex di Neymar
Le foto della figlia di Hulk Hogan