MotoGp, Andrea Iannone fa fibrillare i suoi tifosi

Il centauro abruzzese è a Misano: "La fiamma non si è spenta" assicura.

17 Settembre 2021

Andrea Iannone conta i giorni

Andrea Iannone conta i giorni che lo separano dalla fine della pesante squalifica. "Manca un anno e mezzo - sottolinea ai microfoni di Sky Sport -. Il fuoco c’è sempre: prima di andare a dormire e quando mi sveglio penso alle moto e alle gare. Mai più di oggi penso che è questa sia la mia vita in un modo o nell’altro. Ma non devo pensare troppo perché poi si sta male. Le cose vengono naturalmente e so di essere ancora veloce".

"Per Aprilia sono estremamente contento. Dopo il periodo che ha passato, sia per il non facile ritorno nella classe regina ma anche per gli eventi accaduti con me, meritava un momento come questo - aggiunge l’abruzzese -. Per me è come una famiglia e sono estremamente felice dei risultati che sta ottenendo".

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesMotoGp, Joan Mir non sente la pressione
MotoGp, Joan Mir non sente la pressione
©Getty ImagesHonda: Alberto Puig al veleno sulla Ducati
Honda: Alberto Puig al veleno sulla Ducati
©Getty ImagesScoppia il caso in MotoGp: due scuderie contattano Fabio Quartararo
Scoppia il caso in MotoGp: due scuderie contattano Fabio Quartararo
©Getty ImagesPecco Bagnaia, retroscena su Valentino Rossi:
Pecco Bagnaia, retroscena su Valentino Rossi: "Nervosissimo"
©Getty ImagesPer Mick Doohan non è fisico il più grande problema di Marc Marquez
Per Mick Doohan non è fisico il più grande problema di Marc Marquez
©Getty ImagesMarco Melandri:
Marco Melandri: "Valentino Rossi? Sensazione strana"
 
Pernille Harder bella da impazzire: le foto
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume II)
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume I)
Gianluigi Donnarumma sbalordisce con un nuovo tatuaggio: le foto
Calcio, le maglie più originali della stagione 2021/2022: le foto
Francia-Spagna 2-1, le pagelle
Djimsiti, che guaio per l'Atalanta: le foto
Nations League, Italia-Spagna 1-2: le pagelle della sfortunata semifinale