Fenati: "Non mi sentivo me stesso"

Romano Fenati è tornato a parlare dopo la clamorosa rottura consumatasi con lo Sky Racing Team VR46. Il centauro ascolano lo ha fatto con ‘La Stampa’.

"Si è scritto di liti e pass da me tirati in faccia, ma non è assolutamente accaduto nulla di ciò. Ho semplicemente chiesto spiegazioni al mio capotecnico sul perché avessi un distacco così grande in qualifica. Poi c’è stata una riunione fra mia madre, che è l’amministratore delegato della società che cura i miei interessi, e i responsabili del team. Io, per contratto, avrei dovuto avere un mio personale tecnico delle sospensioni e questo punto non era stato rispettato. Si è cercato un accordo per proseguire la collaborazione, ma non è stato trovato", ha raccontato.

"Provo fastidio quando vedo ingiustizie o superficialità - ha aggiunto -. Allora cerco di avere spiegazioni.  E’ giusto maturare tecnicamente, ma una persona deve rimanere se stessa. Non si può cambiarla o costruirla a tavolino, per me è meglio un 'vaffa' detto in faccia che una coltellata alle spalle. Non mi sentivo me stesso. Diciamo che venivo indirizzato, era tutto pre-costruito, mentre io sono un tipo istintivo".
 

ARTICOLI CORRELATI:

A Misano stavolta la spunta Viñales
A Misano stavolta la spunta Viñales
Viñales sbotta:
Viñales sbotta: "Ho cambiato 70 volte stile di guida"
MotoGp, prima gioia per Morbidelli. Beffato Valentino Rossi
MotoGp, prima gioia per Morbidelli. Beffato Valentino Rossi
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa