Papà Giovinazzi: "Tutto merito di Antonio"

Parla la famiglia del terzo pilota Ferrari, protagonista con la Sauber nel Gp d'Australia.

27 Marzo 2017

Dopo 5 anni e mezzo un pilota italiano è tornato al volante di una Formula 1. Il digiuno, apertosi dopo l’ultimo Gp della stagione 2011 disputato da Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi, si è in verità interrotto un po’ per caso, perché Antonio Giovinazzi il Gp d’Australia, gara d’apertura della stagione 2017, neppure avrebbe dovuto correrlo.

Il terzo pilota Ferrari è stato scelto dalla Sauber all’ultimo per sostituire l’infortunato Pascal Wehrlein, ma il resto è stata tutta farina del sacco di Antonio, che ha terminato la gara al dodicesimo posto.

Il giorno dopo, è palpabile la soddisfazione e l’emozione nella famiglia del pilota pugliese: “Il talento c’è sempre stato, poi io sono stato un pazzo a metterlo su un kart a due anni e mezzo e a comprargli un kart 50 a 4 anni - ha dichiarato il padre Vito intervistato da Radio 24 a ‘Tutti Convocati’ - Comunque è sempre stato lui a volere andare in pista, io non lo ho mai obbligato”.

©ferrari.com

ARTICOLI CORRELATI:

©ferrari.comLewis Hamilton non si fa ingannare
Lewis Hamilton non si fa ingannare
©ferrari.comValtteri Bottas e Lewis Hamilton mettono tutti in riga
Valtteri Bottas e Lewis Hamilton mettono tutti in riga
©ferrari.comA Imola apre Valtteri Bottas
A Imola apre Valtteri Bottas
 
Europa League: Roma-Ajax 1-1, le foto
Liverpool-Real Madrid 0-0, le foto
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala
Real Madrid-Liverpool 3-1, le foto