Charles Leclerc in Giappone pensando a Bianchi

Il pilota monegasco della Ferrari cerca a Suzuka il terzo successo della stagione: "Per me è una pista speciale".

 

Dopo i trionfi a Spa e a Monza e il secondo posto a Singapore alle spalle di Sebastian Vettel Charles Leclerc ha solo accarezzato il sogno di vincere anche a Sochi, dovendosi però accontentare del terzo posto alle spalle delle due Mercedes di Hamilton e Bottas al termine di un Gp molto rocambolesco.

In Giappone il pilota monegasco vuole confermarsi competitivo, forte di un motivo in più per provare a vincere, quello di omaggiare l'amico fraterno Jules Bianchi che proprio a Suzuka nel 2014 fu protagonista di un terribile incidente le cui conseguenze lo avrebbero portato a morire poche settimane dopo: “Non nascondo che lo scorso anno è stato molto difficile per me scendere in pista qui per la prima volta, perché nella mia mente c’era il ricordo di Jules che proprio a Suzuka ebbe l’incidente che gli fu fatale" ha detto Leclerc.

"Per me questo luogo è indissolubilmente legato a quel ricordo, ma dal punto di vista del circuito mi piace molto, perché la pista è molto impegnativa. Sono curioso di vedere come si adatterà la nostra auto".

leclerc

ARTICOLI CORRELATI:

Ferrari, Leclerc lancia la sfida a Sainz
Ferrari, Leclerc lancia la sfida a Sainz
Massa parla di Schumacher:
Massa parla di Schumacher: "Situazione complicata"
F1, Ferrari: Leclerc gira un cortometraggio a Montecarlo
F1, Ferrari: Leclerc gira un cortometraggio a Montecarlo
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag