Peter Sagan tira le orecchie ai tifosi occasionali

"Ogni tanto manca solo un centimetro e la gente si ricorda solo di chi è arrivato primo" sottolinea lo slovacco.

29 Ottobre 2020

Peter Sagan ha concesso una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, dopo aver partecipato (e vinto una tappa) per la prima volta al Giro d'Italia: "Questo mi completa e mi rende felice".

Lo slovacco a Tortoreto ha interrotto un lunghissimo digiuno di oltre un anno. "Mi pesava. Se tutti si abituano che vinci tanto le aspettative sono alte. Ogni tanto manca solo un centimetro e la gente si ricorda solo di chi è arrivato primo. Io faccio del mio meglio e non ascolto quello che si dice fuori".

"Il 2021 è ancora un punto interrogativo a causa del Covid, non sappiamo molto. Ritiro dopo le Olimpiadi del 2024 a Parigi? Sinceramente non ci sto pensando. Ora approfitterò della pausa per stare un po' con mio figlio Marlon, che ha appena compiuto 3 anni. Va già in bici, senza rotelle".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesVincenzo Nibali guarda subito avanti
Vincenzo Nibali guarda subito avanti
©Getty ImagesGiro d'Italia, Filippo Ganna conquista la prima maglia rosa
Giro d'Italia, Filippo Ganna conquista la prima maglia rosa
©Getty ImagesVincenzo Nibali è d'accordo con Valentino Rossi
Vincenzo Nibali è d'accordo con Valentino Rossi
 
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto
Torino-Parma 1-0, le foto
Inter, lo scudetto in 10 immagini