Milano-Sanremo, Sagan elenca i suoi tre rivali

Il fuoriclasse slovacco, motivatissimo, in un'intervista alla Gazzetta fa il punto a pochi giorni dalla classicissima di primavera.

Peter Sagan in un'intervista alla Gazzetta dello Sport fa il punto a pochi giorni dalla Milano-Sanremo. "La pressione è inutile. Anzi, è dannosa perché ti può portare facilmente a commettere degli errori. E’ una corsa in bici, nella vita non cambia niente". 

I favoriti? "Dipende da come andrà la corsa. Questa è una corsa dove puoi non sbagliare nulla, eppure non avere fortuna, che in una corsa così è determinante. Certo, Alaphilippe, Elia Viviani e Fernando Gaviria vanno forte, però non si può dire chi è il favorito. Come si è visto alla Tirreno, a causa del problema intestinale che ho avuto a Sierra Nevada, non sono al cento per cento. La Sanremo però è una corsa particolare con tre salite facili e una discesa, quella del Poggio, dove devi fare molta attenzione perché è più facile perdere che guadagnare. E solo sui Capi cominci a capire come stai".

La Bora-Hansgrove ha in squadra anche un velocista puro come Sam Bennett: "Vedremo,magari io non passo nemmeno il Poggio. Chi lo sa...".

"L’anno scorso, con un Mondiale non adatto a me, non avevo più grossi stimoli. Viceversa la mia stagione comincia ora e vincere una grande classica è il primo obiettivo".

peter sagan

ARTICOLI CORRELATI:

Ciccone scommette su Nibali
Ciccone scommette su Nibali
Ciccone:
Ciccone: "Intesa perfetta con Nibali"
Cipollini ancora operato: di nuovo problemi al cuore
Cipollini ancora operato: di nuovo problemi al cuore
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium