Martinelli: "Aru senza squadra? Anche Uran..."

Il direttore sportivo dell'Astana analizza il Tour del sardo: "Ho parlato troppo".

In attesa della passerella finale sugli Champs Elysees, Fabio Aru consolida il quinto posto nel Tour 2017.

Al termine della ventesima tappa, la cronometro di Marsiglia, il direttore sportivo dell’Astana Beppe Martinelli ha stilato un bilancio degli intensi 21 giorni di corsa alla Grande Boucle, non senza risparmiarsi qualche frecciata polemica nei confronti della stampa, rea di aver criticato la gestione del Tour da parte della squadra kazaka e il fatto che Aru sia stato lasciato solo nelle tappe cruciali:

“Abbiamo fatto un bel Tour. Abbiamo vinto credo la tappa più bella staccando tutti i rivali, siamo stati due giorni in maglia gialla e abbiamo dato a tutti l’impressione di poter vincere il Tour. Poi è arrivata la pioggia di critiche dell’ultima settimana, durante la quale però Fabio non è stato bene. Il quinto posto è molto gratificante, però si sa, abbiamo sbagliato tutto noi”.

“Ne ho sentite di tutti i colori – prosegue Martinelli – Sicuramente posso aver commesso degli errori, ma quello maggiore è stato parlare troppo, non ho mai parlato tanto con la stampa come quest’anno”.

Quindi un riferimento piuttosto esplicito: “Prima di parlare bisogna guardare dentro alle squadre. Si è scritto che Fabio è rimasto solo, ma Uran è arrivato secondo senza mai avere un compagno al fianco”.

Martinelli

ARTICOLI CORRELATI:

Tour de France, fissata la data della verità
Tour de France, fissata la data della verità
Coronavirus, Mattia Gavazzi:
Coronavirus, Mattia Gavazzi: "Mio papà Pierino sta lottando"
Tour de France, si va verso le 'porte chiuse'
Tour de France, si va verso le 'porte chiuse'
 
Le foto della figlia di Hulk Hogan
Le foto di Bianca Gascoigne
Diletta Leotta colpisce ancora
Cecilia Rodriguez, bellezza argentina