Manfredi: Nibali un riferimento, voglio stupire

A un anno dal gravissimo incidente, il loanese prova a rinascere.

A un anno dal gravissimo incidente in bici, Samuele Manfredi vuole rinascere. Il giovane loanese ai microfoni di svsport.it ha confessato la sua voglia di stupire: "È un'ardua salita, ma vediamo la cima. Sento la vicinanza del mondo del ciclismo, la avverto anche grazie alla partecipazione a diversi eventi a cui mi stanno chiamando e che mi sta aiutando molto". Il ragazzo è impegnato nella riabilitazione presso il Centro del Risveglio di Cona (Ferrara): "Ho partecipato a questo evento organizzato da Fabrizio Tacchino e quando posso cerco di seguire le varie corse, ma qui gli impegni sono tanti: spesso le dirette della gare concidono con gli orari del lavoro in palestra".

"Tifo soprattutto per la mia squadra (la Groupama FDJ ndr). Nibali? Un punto di riferimento, il migliore degli italiani. Sagan? Il mio idolo, l'ho incontrato sul palco alla premiazione della Gand-Wevelgem Juniores: un momento indimenticabile per tanti motivi".

manfredi

ARTICOLI CORRELATI:

Fuglsang concede il bis in Andalusia
Fuglsang concede il bis in Andalusia
Nibali:
Nibali: "Grandi margini di miglioramento"
Vincenzo Nibali ha ottime sensazioni
Vincenzo Nibali ha ottime sensazioni
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium