Niente lieto fine: Roma fuori dalla Champions

8 Marzo 2016

REAL MADRID-ROMA 2-0
64’ Cristiano Ronaldo (RE), 68’ James Rodriguez (RE)

Non ce l’ha fatta, la Roma. La ‘remuntada’ al Santiago Bernabeu non è arrivata, dopo lo 0-2 di marca galactica all’Olimpico. Spalletti voleva un gol nei primi minuti e invece i suoi giocatori - Dzeko e Salah in particolare - si divorano di tutto. Pjanic si fa male e nella ripresa il Real Madrid mette due timbri sull’eliminazione dei giallorossi (già orfani di Nainggolan e De Rossi) dalla Champions League. Prima Cristiano Ronaldo e poi James Rodriguez replicano il risultato dell’andata.

LE FORMAZIONI INIZIALI

REAL MADRID: Navas; Danilo, Sergio Ramos, Pepe, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; James Rodriguez; Bale, Cristiano Ronaldo.

ROMA: Szczesny; Florenzi, Manolas, Zukanovic, Digne; Pjanic, Keita; Salah, Perotti, El Shaarawy; Dzeko.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Cristiano Ronaldo prova subito a intimorire i giallorossi, ma la prima occasione è per la Roma. E la mangia Dzeko: al 14’ Salah salta un uomo in dribbling, El Shaarawy fa velo e il bosniaco da solo calcia incredibilmente fuori. Modric scalda i guantoni a Szczesny con una botta da lontano, ma è ancora la Roma a sprecare tutto con Salah, che al 28’ riceve palla da Dzeko (dopo un fallo di Digne su Danilo non fischiato) e spara fuori sul primo palo difeso da Navas. Poi cresce il Real Madrid e Bale, Cristiano Ronaldo e Marcelo si fanno vedere davanti, ma non con la pericolosità degli uomini di Spalletti.

La ripresa si riparte con una brutta notizia per i capitolini: Pjanic ha un problema alla caviglia ed è costretto a lasciare il campo in favore di Vainqueur. Una tegola vera e propria, visti già gli infortuni di Nainggolan, De Rossi e Ucan a centrocampo. Al 50’ la Roma rischia grosso su conclusione di James Rodriguez, servito da CR7, ma Szczesny si supera. E poi ci pensa ancora Salah a far mangiare le mani ai tifosi romani accorsi al Santiago Bernabeu: l’egiziano vince un rimpallo e si ritrova a tu per tu con Navas, ma calcia malissimo fuori dallo specchio. Troppi gol divorati, la Roma paga dazio. Lucas Vazquez entra al posto di un Bale esausto e in men che non si dica si inventa l’assist per Cristiano Ronaldo, che non si fa pregare e gonfia la rete: 1-0 per i blancos. Szczesny prende un colpo da Digne e appare un grosso ematoma sulla faccia, ma il polacco prosegue. E deve immediatamente raccogliere un altro pallone dalla rete: il portoghese questa volta veste i panni dell’uomo assist e James Rodriguez insacca. Spalletti getta nella mischia Francesco Totti e il Bernabeu gli dedica una standing ovation come fece con Alessandro Del Piero. Il ‘Pupone’ sfoggia qualche ottima giocata, ma non basta alla Roma. Perotti fa in tempo a sprecare un’altra occasione colpendo il palo da distanza ravvicinata. Il risultato non cambia.

©

ULTIME NOTIZIE:

©Real Madrid, in sette minuti Gareth Bale eguaglia Cristiano Ronaldo
Real Madrid, in sette minuti Gareth Bale eguaglia Cristiano Ronaldo
©Real Madrid, Fabio Capello fa i complimenti a Carlo Ancelotti
Real Madrid, Fabio Capello fa i complimenti a Carlo Ancelotti
©Carlo Ancelotti nella storia: la Champions League è del Real Madrid
Carlo Ancelotti nella storia: la Champions League è del Real Madrid
©Disastro City, Pep Guardiola nel mirino della critica
Disastro City, Pep Guardiola nel mirino della critica
©Antonio Cassano sbeffeggiato per Carlo Ancelotti
Antonio Cassano sbeffeggiato per Carlo Ancelotti
©Rodrygo ribalta il City, Benzema lo stende: Real Madrid in finale
Rodrygo ribalta il City, Benzema lo stende: Real Madrid in finale
 
Svenja Huth, che bella! Le foto dell'affascinante calciatrice
Anderson Daronco, l'arbitro Hulk. Le foto sono impressionanti
Da Weah e Schwarzenegger a Klitschko e Tommasi: i campioni in politica, foto
Calciomercato: ecco i big che saranno gratis dal primo luglio. Le foto
Alex Greenwood è clamorosa: le foto della pazzesca calciatrice del Man City
Milan, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Roma, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Inter, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato