Stefano Pioli preannuncia un paio di altri colpi

"Bakayoko non ha ancora firmato, ma probabilmente diventerà un nostro giocatore".

29 Agosto 2021

Le parole di Stefano Pioli

Stefano Pioli ai microfoni di DAZN si è lasciato andare dopo il 4-1 al Cagliari: "Ritrovare i nostri tifosi ci ha emozionato. Il primo tempo la squadra ha giocato con ritmo e qualità, prima mi sentivano di più e ora con tifosi mi sentono un po' meno. Tonali ha lavorato tanto, nel calcio succedono anche delle cose strane ed il primo giorno di raduno ho trovato completamente maturati come lui, Leao e Krunic. Hanno avuto bisogno di qualche lezione in passato e ora capiscono che il loro futuro gli da questa grande possibilità. Arriveranno le difficoltà ma dobbiamo giocare così con emozione. Le squadre forti devono vincere anche le partite che giocano male, noi siamo abituati a vincere giocando bene".

Capitolo mercato: "Bakayoko non ha ancora firmato, ma probabilmente diventerà un nostro giocatore. Arriveranno, non so, forse un paio di giocatori".

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesJosé Mourinho festeggia preannunciando un rinnovo
José Mourinho festeggia preannunciando un rinnovo
©Getty ImagesRocco Commisso ora mette le mani avanti su Dusan Vlahovic
Rocco Commisso ora mette le mani avanti su Dusan Vlahovic
©Getty ImagesMauro Icardi ignorato in campo: scoppia il caso
Mauro Icardi ignorato in campo: scoppia il caso
©Getty ImagesIl rinforzo per il Torino arriva a parametro zero
Il rinforzo per il Torino arriva a parametro zero
©Getty ImagesNicolas Viola: colpo di scena
Nicolas Viola: colpo di scena
©Getty ImagesRoberto Mancini non esclude l'addio all'Italia dopo il Mondiale
Roberto Mancini non esclude l'addio all'Italia dopo il Mondiale
 
Liverpool-Milan 3-2, le pagelle
Malmoe-Juventus 0-3, le pagelle
Cristiano Ronaldo abbatte uno steward. Poi si scusa. Le foto
Europa League: le rivali delle italiane
Sampdoria-Milan 0-1, le pagelle
Udinese-Juventus 2-2, le pagelle
Psg, partitella d'allenamento stellare: le foto
Serie A tra ritorni e conferme: chi rischia di più?