Rabiot punito: niente cessione

È un doppio messaggio di mercato quello che manda il presidente del Paris Saint Germain Nasser Al Khelaifi. Come sempre quando apre il mercato, i gioielli del club francese sono tra i più ambiti dalle grandi d’Europa, ma il club non ha certo bisogno di vendere. E anzi, non gradisce atti di insubordinazione come quelli di Adrien Rabiot.
 
Il centrocampista classe ’93, da tempo nel mirino di parecchi club italiani, ha chiesto apertamente la cessione per poter avere più continuità d’impiego. Ma la società non ha gradito:
 
“Sono deluso – ha detto Al Khelaifi a ‘Le Figaro’ – E gliel’ho detto in faccia. Le dichiarazioni di Rabiot sono inaccettabili, non tollero che un giocatore si ritenga più importante della squadra. Resterà con noi al 100% anche a gennaio”.
 
Impossibile non approfondire anche il tema Ibrahimovic, che si avvia a diventare lo svincolato più illustre del calcio mondiale: “A febbraio parleremo del suo futuro. Lui sa che lo sostengo sempre, Ibra ci mette sempre il cuore” ha chiuso Al Khelaifi. Che però sogna Ronaldo…

Articoli correlati

P