Montella: "Chiesa è nostro"

Il tecnico della Fiorentina: "La Juve abituata a rialzarsi subito".

Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella mette in guardia i suoi in vista del match contro la Juventus: "Sabato contro la Juventus sarà una partita importante e poi giovedì prossimo avremo in Coppa Italia una partita super importante: questa settimana sarà decisiva. Affrontiamo una squadra forte che vince da otto anni ed è abituata a rialzarsi. Le grandi società sanno rialzarsi e voltar pagina velocemente. Devo preparare la partita per provare a vincere e per prepararci psicologicamente a quella successiva, senza pensare a quello che vuole ottenere l'avversario".

Fiorentina come l'Ajax: "Per ottenere i risultati dell'Ajax ci vuole pazienza, cosa che in Italia non c'è. Non bisogna guardare ai risultati immediati. Nella Fiorentina c'è la volontà di creare un'identità e migliorarla nel tempo. Non è detto che comprando i migliori arrivi in finale di Champions League. Le squadre vincenti si costruiscono nel tempo". 

Su Chiesa: "Osservato speciale dalla Juve? Lui è un giocatore completo, forte, che può giocare alla Juve come al City, al Bayern, al Liverpool. Ma oggi è ancora un giocatore della Fiorentina, e questo non va dimenticato. E lui dovrà abituarsi alle sirene e alle voci di mercato". 

montella

ARTICOLI CORRELATI:

Mbappé, assist alla Juventus
Mbappé, assist alla Juventus
Brescia, nuovo caso Balotelli: addio vicino
Brescia, nuovo caso Balotelli: addio vicino
Juventus, Marchisio manda un messaggio a Icardi
Juventus, Marchisio manda un messaggio a Icardi
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag