Vicenza salvo, ora la fusione

I veneti pareggiano 1-1 a Santarcangelo, restano in Serie C e aspettano l'acquisto da parte di Rosso. Salve anche Cuneo e Paganese.

La travagliata stagione del Vicenza ha avuto il lieto fine. Il club biancorosso, che era stato dichiarato fallito lo scorso 18 gennaio, per poi riuscire a mantenere l’esercizio provvisorio fino al termine della stagione, aveva concluso il girone B di Serie C all’ultimo posto, evitando la retrocessione diretta grazie all’esclusione a stagione in corso del Modena.

Nel playout per la salvezza, i veneti hanno avuto la meglio sul Santarcangelo allenato da Karel Zeman: al 2-1 del “Menti” è seguito l’1-1 del “Mazzola”, che ha spedito i romagnoli in Serie D. Ora per il Vicenza sembrano potersi schiudere orizzonti interessanti, grazie al probabile acquisto all’asta fallimentare da parte della famiglia Rosso, proprietaria del Bassano e decisa a dare vita alla fusione tra i due club.

Nessuna rimonta neppure nei playout degli altri due gironi: nel girone A il Gavorrano, sconfitto 1-0 a Cuneo all’andata, non è andato oltre lo 0-0, mentre nel C la Paganese ha battuto 2-1 il Racing Fondi dopo il 2-2 dell’andata.

vicenza

ARTICOLI CORRELATI:

Antonio Conte non fa drammi
Antonio Conte non fa drammi
Per la Serie A c'è anche l'Empoli
Per la Serie A c'è anche l'Empoli
Simone Inzaghi non si tira indietro
Simone Inzaghi non si tira indietro
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium