Svizzera avvisata: Marco Rossi non pone limiti alla sua Ungheria

Marco Rossi punta in alto

Il commissario tecnico dell’Ungheria, Marco Rossi, non si nasconde. “Le aspettative non mancano. Il percorso e i risultati ottenuti fanno sì che ora le ambizioni siano superiori – spiega a Diretta.it -. Ma se dicessi che mi accontenterei di giocare tre buone gare e uscire tra gli applausi direi una falsità. Il mio obiettivo personale è quello di qualificarci, anche se contro abbiamo tre avversari di alto profilo e di tutto rispetto. Poi, come sempre, servirà quel pizzico di fortuna che non guasta mai”.

“La prima partita è sempre molto importante, perché da lì si possono fare considerazioni. Nell’ultimo Europeo uscimmo per la sconfitta iniziale col Portogallo anche lì con un parziale assolutamente bugiardo, visto che la sconfitta arrivò nel finale” aggiunge il torinese.

“La Svizzera ha esperienza, qualità, molti giocatori che provengono dai campionati migliori, alcuni anche da top club. Non menziono nemmeno le individualità che hanno a disposizione. Il nostro obiettivo è creare loro dei problemi in fase di sviluppo del gioco” conclude Rossi, parlando del primo step.

 

Articoli correlati

P