Semplici spiega il mistero Cionek

Il tecnico della Spal esulta per la vittoria sulla Lazio e analizza le dinamiche del calcio di rigore decisivo.

Terza vittoria consecutiva per la Spal che batte anche la Lazio, ma non riesce a distanziarsi più di tanto dalla zona retrocessione a causa dei risultati delle concorrenti.

Leonardo Semplici gongola commentando la partita ai microfoni di 'Sky Sport': “Abbiamo fatto una grande partita e una grande prestazione, quello che ci voleva contro una squadra in forma che veniva da un’ottima partita contro l’Inter – le parole del tecnico toscano – Non abbiamo concesso nulla. Complimenti ai ragazzi perché a Frosinone avevamo speso molto e oggi ci siamo ripetuti”.

Adesso quasi mezzo campionato deve guardarsi le spalle: “Abbiamo tirato nella lotta qualche altra squadra, ma ci sono ancora tanti punti a disposizione. Pensiamo a migliorare per ottenere i punti che servono per il nostro obiettivo”.

Il tecnico spallino commenta poi il curioso episodio del rigore, concesso dal Var dopo che Cionek, che aveva subito fallo, aveva fatto cenno all’arbitro come non fosse fallo…: “Forse aveva paura di essere ammonito per simulazione essendo diffidato” l’interpretazione di Semplici.
 

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesConte:
Conte: "Scudetto in tasca? No, 40 euro"
©Getty ImagesTrovato morto a 25 anni l'ex Villarreal Franco Acosta
Trovato morto a 25 anni l'ex Villarreal Franco Acosta
©Getty ImagesInter cinica, battuta anche l'Atalanta: settima vittoria di fila per Conte
Inter cinica, battuta anche l'Atalanta: settima vittoria di fila per Conte
 
Serie A: le foto di Inter-Atalanta 1-0
Quiz: quante ne sai sul Cagliari?
Juventus-Lazio 3-1, le pagelle
Parma-Inter 1-2, le foto della vittoria nerazzurra
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3