No agli allenamenti, duro sfogo di Pippo Inzaghi

L'allenatore del Benevento dice la propria sull'incertezza che sta vivendo il calcio italiano dopo la pandemia di Coronavirus.

"È chiaro che se ci sono le giuste condizioni si deve riprendere, ma il calcio non è solo la serie A: questo sport è formato da tutti coloro che ci lavorano e collaborano. Ci saranno tante società in Lega Pro e nei Dilettanti che scompariranno. Sembra che si voglia mettere la gente contro il calcio".

Così ha parlato Filippo Inzaghi, allenatore del Benevento, durante una diretta Instagram sul canale ufficiale di Ottochannel.

Il tecnico piacentino auspica un adeguamento del decreto che vieta ai calciatori di allenarsi nei centri sportivi prima del 18 maggio: "Ci siamo quasi abituati a stare in casa dopo due mesi e non è facile. Speriamo che già dalla prossima settimana ci venga data la possibilita' di allenarci in sicurezza. Rispettiamo ciò che ci dice il governo, ma non capiamo la motivazione che ci permette di correre nei parchi e non nel centro d'allenamento che risulta essere molto più sicuro. I calciatori non possono stare fermi per così tanto tempo. Siamo i primi a non voler rischiare, ma penso che si possa consentire di lavorare sul campo individualmente".

filippo inzaghi

ARTICOLI CORRELATI:

Roma flop a Verona: rischia, poi fa 0-0 al Bentegodi
Roma flop a Verona: rischia, poi fa 0-0 al Bentegodi
Juve, Alex Sandro preoccupa Pirlo
Juve, Alex Sandro preoccupa Pirlo
Il Parma è diventato americano
Il Parma è diventato americano
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa