Morte Astori, Mauriello puntualizza

"Si è parlato di bradioaritmia inizialmente, adesso si parla di una tachiaritmia che sono due cose diverse" osserva il cardiologo.

2 Ottobre 2018

Mario Mauriello, cardiologo, ha parlato a Radio CRC soffermandosi sulla scomparsa di Davide Astori.

"Su 14 milioni di persone che si dedicano allo sport intensamente, le morti annuali non superano le 300. Ovviamente la percentuale è molto bassa, ovviamente si può fare di più, ma non azzerare questo problema perché è un evento imprevedibile. Su Astori si è parlato di bradioaritmia inizialmente, adesso si parla di una tachiaritmia che sono due cose diverse. Cambiano approccio e terapia. Nel caso della tachiaritimia la presenza di qualcuno in stanza poteva cercare di ridurre il rischio che poi alla fine il calciatore morisse" ha detto.

Il capitano della Fiorentina è morto il 4 marzo del 2018. 

©Getty Images

NOTIZIE EURO2020:

©Getty ImagesChristian Eriksen è stato operato: installato il defibrillatore
Christian Eriksen è stato operato: installato il defibrillatore
©Getty ImagesEuro2020: l'Olanda regola l'Austria e va agli ottavi
Euro2020: l'Olanda regola l'Austria e va agli ottavi
©Getty ImagesEuro2020, il Belgio piega la Danimarca
Euro2020, il Belgio piega la Danimarca
©Getty ImagesEuro2020, prima gioia per Ucraina e Shevchenko
Euro2020, prima gioia per Ucraina e Shevchenko
©Getty ImagesEuro2020, Simon Kjaer torna in campo per Christian Eriksen
Euro2020, Simon Kjaer torna in campo per Christian Eriksen
©Getty ImagesEuro2020, Manuel Locatelli:
Euro2020, Manuel Locatelli: "Sono orgoglioso"
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle