Le panchine alla Juventus: Bernardeschi dice la sua

L'opinione del fantasista che in campionato ha giocato solo otto minuti, e che dal ritiro della Nazionale ne ha parlato.

7 Settembre 2019

Federico Bernardeschi è al centro del progetto di Roberto Mancini e della sua Nazionale, ma sta anche vivendo un avvio di stagione tormentato alla Juventus. E ai microfoni di 'Rai Sport' ha deciso di parlarne.

"Il fatto di aver giocato solo otto minuti in campionato è un problema, certo - ha ammesso il fantasista bianconero -, ma anche questo fa parte del gioco. Io lavoro sempre per farmi trovare pronto, ormai la Juventus è diventata uno dei primi tre club al mondo e la concorrenza è elevatissima".

"In squadra ci sono campioni e ci sono giocatori forti quanto me, quindi il mister sceglie chi far giocare a seconda di chi vedee meglio in settimana. Ci sta, è normale che nelle grandi squadre succeda questo. Quando una squadra è forte ci sono tanti giocatori di livello che rimangono in panchina", ha aggiunto l'ex giocatore di Crotone e Fiorentina.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesSassuolo-Torino: 3-3 show nella nebbia
Sassuolo-Torino: 3-3 show nella nebbia
©Getty ImagesNinkovic se l'è vista brutta
Ninkovic se l'è vista brutta
©Getty ImagesComi, gesto delle corna contro la Juventus
Comi, gesto delle corna contro la Juventus
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina