Il Bologna non ci sta: "Dov'era il Var?"

La rabbia silenziosa di Mihajlovic e quella espressa dal tattico De Leo sul dubbio episodio finale che ha coinvolto De Ligt nell'area della Juventus.

Il Bologna è andato a un passo dal fermare la corsa della Juventus, finora sempre vittoriosa in casa in stagione tra campionato e Champions. I rossoblù, pur avendo subito a lungo l'iniziativa della squadra di Sarri, hanno rialzato la testa nel finale e sono usciti dal campo protestando in maniera veemente per la mancata concessione di un rigore per un contatto tra il pallone e il gomito di De Ligt nell'area bianconera.

L'arbitro Irrati non ha concesso il penalty e il Var non ha richiamato la sua attenzione. Tale dinamica non è piaciuta a Sinisa Mihajlovic, che non ha parlato nel post-gara, e al tattico Emilio De Leo, presentatosi in conferenza stampa: "Mi sembra che il braccio sia eccessivamente largo, indipendentemente dall'intervento scomposto di De Ligt. L'arbitro avrebbe potuto rivederlo al VAR, sarebbe stato un bello spot, anche a tutela della nostra società".

De Leo ha poi parlato dell'apporto quotidiano di Mihajlovic: "Il mister da quando siamo arrivati lo scorso gennaio ha creato un rapporto speciale con il gruppo e la piazza, c'è un'empatia particolare. Basta un cenno dell'allenatore per caricarsi, credo che ci stia dimostrando che non ci sono imprese impossibili, e la squadra cerca di metterlo in campo ogni volta. Mihajlovic ha fatto i complimenti alla squadra, che non si è tirata indietro fino all'ultimo. Peccato per le incertezze sui gol della Juventus, dobbiamo migliorare".

 

ARTICOLI CORRELATI:

Serie A, il Napoli aggrava la crisi della Roma
Serie A, il Napoli aggrava la crisi della Roma
Vincono Atalanta, Brescia, Fiorentina e Samp
Vincono Atalanta, Brescia, Fiorentina e Samp
Il Bologna ribalta l'Inter a San Siro
Il Bologna ribalta l'Inter a San Siro
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa