Fine di un'era: Del Bosque si è dimesso

Continua a spirare forte il vento di rivoluzione sulle panchine delle squadre uscite con le ossa rotte da Euro 2016. Dopo quelle di Angel Iordanescu dalla Romania e di Roy Hodgson dall'Inghilterra, sono infatti state ufficializzate le dimissioni più fragorose, benché attese, quelle di Vicente Del Bosque.

L’ex allenatore del Real Madrid ha annunciato la volontà di lasciare la guida della Spagna, appena 3 giorni dopo la sconfitta contro l’Italia che ha sancito l’eliminazione della Roja dagli ottavi dell’Europeo. Si chiude così la lunga epopea del marchese di Salamanca, che era subentrato nel 2008 al compianto Luis Aragones dopo il trionfo all’Europeo 2008, che aprì l’era vincente della Spagna, durata 4 anni e proseguita proprio da Del Bosque, campione del mondo in Sud Africa nel 2010 e poi ct dello storico bis continentale nel 2012 in Polonia e Ucraina, con la finale stravinta contro l’Italia.

Il declino, cominciato con la clamorosa eliminazione al primo turno del Mondiale 2014 in Brasile, è stata completata dalla disfatta di Parigi. Lungo l’elenco dei possibili successori di Del Bosque, tra i quali Julen Lopetegui, ex allenatore del Porto e dell’Under 21 spagnola campione d’Europa nel 2013.

"È una decisione presa da tempo" ha commentato Del Bosque, il cui contratto sarebbe scaduto il 31 luglio.

ARTICOLI CORRELATI:

Ciccio Graziani lancia un appello ai tedeschi
Ciccio Graziani lancia un appello ai tedeschi
Un altro lutto per il Real Madrid: addio a Goyo Benito
Un altro lutto per il Real Madrid: addio a Goyo Benito
Il Belgio la chiude qui: Bruges campione
Il Belgio la chiude qui: Bruges campione
 
Zaira Nara e Wanda Nara: il derby della sensualità
Con Wanda Nara la vita è meno amara
Le foto di Soraja Vucelic, la prorompente ex di Neymar
Le foto della figlia di Hulk Hogan