Cremonese-Salernitana: 1-1 con rosso e rigore

La Cremonese le prova tutte per andare oltre i propri limiti, ma la Salernitana strappa un punto coi denti.

17 Aprile 2018

Allo "Zini" va in scena uno scontro già rilevante in chiave salvezza: Cremonese e Salernitana sono separate da un solo punto, che le vede rispettivamente al 12° e 11° posto in classifica. E' anche il match degli allenatori assenti, data la congiunta squalifica di Tesser e Colantuono, sostituiti in panchina da Strukelj e Beni. Prima del fischio iniziale, toccante tributo della curva grigiorossa alla memoria di Erminio Favalli, nel decimo anniversario della scomparsa.

I locali sono sempre alle prese con gli infortuni che ne decimano la rosa; i campani dispongono di tutti gli effettivi, eccezion fatta per il lungodegente Pucino. Parte con autorità la Cremonese, prendendo da subito la superiorità territoriale, pur senza creare reali occasioni da goal. Dal 20' la Salernitana guadagna metri in campo, sino al calcio d'angolo che al 29' mette Minala (subentrato a Zito) in condizioni di battere Ujikani di testa: 0-1. Bastano però tre minuti alla Cremonese per pareggiare: sugli sviluppi di un corner, Canini di testa insacca l'1-1. Due minuti dopo, alla Salernitana viene assegnato un rigore per fallo di Camara, tra l'incredulità e le proteste fuori e dentro dal campo: sul dischetto va Kiyine che si fa parare il tiro da Ujikani; sulla respinta del portiere, Bocalon colpisce l'incrocio dei pali.

Nella ripresa servono 9' per la prima emozione: Scamacca insiste in un'azione personale e da oltre venti metri fa partire un tiro teso e potente, ottimamente deviato in angolo da Radunovic. Al 68' sgroppata sulla destra di Macek, che centra per Perrulli: il suo tiro di prima intenzione viene intercettato dal portiere granata. In questa fase i campani si limitano a controllare le folate offensive dei grigiorossi, tentando poi azioni di rimessa. Al 74' rude faccia a faccia tra Piccolo e Popescu, che viene espulso: il rumeno reagisce malamente; il suo compagno Casasola lo redarguisce e anche tra i due volano parole grosse. A seguire, per due volte Scamacca manca di un soffio la deviazione vincente, solo davanti al portiere. Gli ultimi dieci minuti sono un assedio grigiorosso all'area granata: si perde il numero dei corner, ma senza costrutto. La partita finisce in parità, ma la Cremonese ritrova per lo meno lo spirito battagliero dei tempi migliori. Manca ancora lucidità e la capacità di uccidere la partita. Sulla Salernitana vista questa sera, poco o nulla da raccontare.

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesLa Roma rinuncia al 'Gamper' e il Barcellona si arrabbia
La Roma rinuncia al 'Gamper' e il Barcellona si arrabbia
©Getty ImagesDamiano Tommasi sindaco di Verona:
Damiano Tommasi sindaco di Verona: "Scudetto? Vale di più"
©Getty ImagesUn grande ex del Psg affossa Gianluigi Donnarumma
Un grande ex del Psg affossa Gianluigi Donnarumma
©Getty ImagesVictor Osimhen choc:
Victor Osimhen choc: "Con l'Inter un'esperienza pre-morte"
©Getty ImagesStefano Pioli guarda il calendario e sprona i suoi
Stefano Pioli guarda il calendario e sprona i suoi
©Getty ImagesPSG felice, 700 milioni di euro grazie a Lionel Messi
PSG felice, 700 milioni di euro grazie a Lionel Messi
 
Da Weah e Schwarzenegger a Klitschko e Tommasi: i campioni in politica, foto
Calciomercato: ecco i big che saranno gratis dal primo luglio. Le foto
Alex Greenwood è clamorosa: le foto della pazzesca calciatrice del Man City
Milan, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Roma, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Inter, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Napoli, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Juventus, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato