Cairo: "Scudetto? Siamo ambiziosi..."

Il patron del Torino elogia i suoi: "Si è visto il cuore Toro, abbiamo una squadra giovane e di qualità. Belotti? Avrà il suo spazio".

Se si assiste all'avento di un gran Torino, il merito è anche di Urbano Cairo. Il presidente dei granata, intercettato dai microfoni di Radio Rai, ha commentato con soddisfazione la vittoria casalinga contro il Palermo - l'ennesima- che vale il terzo posto, alle spalle di Inter e Fiorentina.
 
Il successo coi rosanero è un segnale: "Ieri abbiamo visto il cuore Toro, soprattutto quando siamo rimasti in nove uomini. S'è vista la voglia di lottare fino all'ultimo secondo, ho visto una squadra che ha dato l'anima e mettendo in campo il cosiddetto tremendismo granata".
 
Le scelte operate sul mercato hanno fatto il bene della squadra, rinforzata in ogni reparto: "Abbiamo puntato sui giovani, con qualità e creando tante palle gol fino a quando ieri siamo stati in undici. Abbiamo una mediana di qualità notevole, Benassi e Baselli stanno facendo bene. Vives è un nostro vecchietto, ma sta facendo un grande campionato. Anche in difesa e in attacco abbiamo buoni calciatori, abbiamo abbinato esperienza e gioventù per fare bene quest'anno".
 
A proposito di giovani acquisti, sorprende la tanta panchina cui viene relegato Andrea Belotti, fiore all'occhiello del mercato granata: "E' un investimento importante, è giovane e ha bisogno di tempo. Deve entrare nei meccanismi, acquisendo una serie di nozioni tattiche del nostro mister. Tutti devono avere pazienza, bisogna ricordare Bruno Peres. È maturato tantissimo rispetto a un anno fa, così come Maksimovic che non giocò neppure una partita nei primi sei mesi al Toro e guardate chi è oggi. Diamo tempo a Belotti, è con noi da un mese e mezzo. L'ex Palermo può darci tante soddisfazioni, è l'investimento più importante che ho fatto. Bisogna avere pazienza, serve aspettarlo".
 
L'obiettivo stagionale non è ancora definito, ma bisogna evitare la pressione: "Siamo partiti con obiettivi differenti, abbiamo una squadra di buon livello con tanti giovani. Non bisogna mettere troppa pressione sui ragazzi, competere su altissimi livelli - con risorse economiche ridotte rispetto alle big - non è facile. Competere con squadre che hanno risorse cinque o sei volte superiori, non è semplice. Non voliamo troppo in alto, sono ambizioso ma non voglio creare false aspettative per i tifosi. Siamo terzi in classifica, è un grande risultato per ora. Adesso dobbiamo goderci questo momento".
 
 
 
 
 

ARTICOLI CORRELATI:

Stefano Sorrentino dice basta
Stefano Sorrentino dice basta
Beffa per Ancelotti nonostante Kean
Beffa per Ancelotti nonostante Kean
Coppa Italia, Insigne rilancia il Napoli: Lazio eliminata
Coppa Italia, Insigne rilancia il Napoli: Lazio eliminata
Il Pescara ha scelto Legrottaglie
Il Pescara ha scelto Legrottaglie
Deschamps:
Deschamps: "Il calcio sta esplodendo"
Inter, le condizioni di Brozovic
Inter, le condizioni di Brozovic
Undici gli squalificati in serie A
Undici gli squalificati in serie A
Cairo risponde a chi gli chiede di vendere
Cairo risponde a chi gli chiede di vendere
De Ligt:
De Ligt: "Confronto con Bonucci e Chiellini"
 
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon
Le bellissime di Eicma 2019: Francesca Campione
Bellissime a Eicma 2019: Kate Fretti
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Dones
Le bellissime di Eicma 2019: Ilaria Prazzoli
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Semeraro
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Chiolerio