Venezia espugna Trento e si porta sul 2-1

I lagunari si impongono in una gara 3 molto combattuta.

14 Giugno 2017

Una battaglia, anche senza esclusione di colpi, da cui l’Umana Venezia esce vincitrice (73-67), per firmare il colpo al PalaTrento e portarsi avanti per 2-1 nella finale scudetto, riprendendo quel fattore campo perso nel primo episodio della serie. La squadra lagunare fa valere la maggior profondità e lucidità nel finale, quando si decide il confronto, trovando canestri da sotto con Ortner e prendendo una serie di rimbalzi offensivi. La Dolomiti Energia ci ha provato con tutte le forze (e forse anche oltre), ma l’assenza di Sutton è troppo pesante, così come una rotazione a sei uomini, soprattutto quando il tiro da tre punti ha abbandonato la squadra di Buscaglia, pessima dalla lunetta (10/23).

Dall’altra parte si registra l’assenza di Batista e l’uruguaiano viene sostituito da Ortner, subito in quintetto ed autore dei primi quattro punti lagunari. Gli ospiti cercano subito di far valere la loro superiorità vicino a canestro e piazzano un 12-0, con cui scappano fino al +9 (11-20 al 9’) e provano a dare un indirizzo subito al match. L’Aquila risponde con la stessa moneta, con le triple di Flaccadori e Forray che fanno esplodere il PalaTrento e riportano davanti i padroni di casa (24-20 al 13’). La Reyer soffre la difesa trentina ed il parziale si allunga, sempre con il capitano bianconero protagonista, per il +10 (35-25 al 18’), nonostante un pessimo 5/12 ai liberi.

L’incredibile tripla di Filloy da centrocampo per chiudere il primo tempo, però, cambia l’inerzia del match e gli ospiti ritornano sotto nel punteggio, arrivando a -2 (45-43 al 24’), con una fortunosa tripla di Haynes. La Reyer ritrova il vantaggio con il canestro di un ispirato Stone, mentre l’Aquila non trova più le triple e trema per un problema a Shields, fortunatamente poi rientrato. Il parziale ospite si allunga ad 11-0 e vale il +6 (48-54 al 28’), mentre si scaldano gli animi anche sugli spalti. Nonostante i problemi (anche di falli), la Dolomiti Energia resta agganciata al match con Craft, ma la stanchezza si fa sentire e la Reyer, con maggiore lucidità ed i rimbalzi in attacco, porta a casa il punto del 2-1.

In collaborazione con basketissimo.com

©Sportal.it

ULTIME NOTIZIE:

©Trento suona la terza: Lele Molin è sorpreso
Trento suona la terza: Lele Molin è sorpreso
©Sportal.itReggio Emilia, via Max Menetti dopo il ko con Trieste
Reggio Emilia, via Max Menetti dopo il ko con Trieste
©MenzophotoNona sinfonia Virtus, Sergio Scariolo gongola:
Nona sinfonia Virtus, Sergio Scariolo gongola: "Penso sia un record"
©Dinamo SassariDinamo Sassari travolta, Piero Bucchi sottolinea l'aspetto peggiore
Dinamo Sassari travolta, Piero Bucchi sottolinea l'aspetto peggiore
©Getty ImagesEttore Messina non si accontenta:
Ettore Messina non si accontenta: "Lavoriamo ancora di più"
©Rai sportBrindisi, Frank Vitucci incorona la difesa dei suoi
Brindisi, Frank Vitucci incorona la difesa dei suoi
 
Olivia Holdt: le foto della stupenda calciatrice
Szymon Marciniak, che muscoli! Le foto dell'arbitro sono incredibili
Quanto affetto per Pelé nel momento più difficile di O'Rei: le toccanti immagini
Argentina, le belle tifose danno spettacolo in Qatar: le foto
Daley Blind: le foto della commovente dedica dopo il gol
Izabel Goulart è troppo bella. Le foto di lady Trapp
Ann Kathrin Brommel meravigliosa: le sue foto
Capitan America guida la carica dei tifosi statunitensi: le foto