L'Olimpia c'è anche in Europa: Podgorica ko

Buon debutto in Eurolega per la squadra di Pianigiani che passa in Montenegro contro il Buducnost (82-71).

Micov Olimpia Milano

È buona anche la prima europea per l’Olimpia Milano. La squadra biancorossa resta davanti 40 minuti e conquista il successo esterno sul campo del Buducnost Podgorica (82-71), in una partita quasi sempre controllata, ma mai chiusa e con un brivido finale, quando i padroni di casa sono tornati a -3 a poco più di due minuti dalla fine. C’è il solito professor Micov a segnare canestri chiave nei momenti più difficili, ma non mancano giocate importanti da parte di James, Nedovic ed un ottimo Kuzminskas. Troppi rimbalzi in attacco sono stati la nota negativa di serata, ma intanto è importante poter crescere continuando a vincere e questo è un primo mattoncino per una stagione europea in cui c'è l'idea di essere protagonisti. 

La formazione di Pianigiani parte con il piede sull’acceleratore: va con continuità in contropiede, difende forte e trova tanti protagonisti in attacco, guidati dai 7 punti di James. Un parziale di 13-0 lancia l’AX su un precoce +15 (7-22 all’8’), con anche Nedovic e Brooks protagonisti, ma gli ingressi dalla panchina, in particolare del rientrante Jerrells ed del debuttante Burns, tolgono la fluidità offensiva. I padroni di casa, nel frattempo, collezionano rimbalzi in attacco e iniziano a trovare qualche canestro con Ivanovic e Jackson, rosicchiando punto su punto, fino al -4. Il finale di tempo, però, è di Kuzminskas e Milano ritrova il vantaggio in doppia cifra (31-42), prima dell’intervallo lungo. 

Il problema vicino a canestro, tuttavia, non si risolve per i tricolori, che continuano a lasciare troppi secondi tiri al Buducnost: grazie a questi punti, i montenegrini riescono a restare in partita, riavvicinandosi con un parziale di 10-2, firmato Omic. Il momento difficile prosegue, anche con qualche errore difensivo, ed il vantaggio si riduce a +3, prima di una tripla pesantissima di Micov che ridà fiato all’Olimpia. Un 8-0 in apertura di ultimo periodo riporta l’AX a +14 (61-55 al 33’), però i padroni di casa iniziano a trovare canestri dai 6,75, soprattutto con Earl Clark, e restano aggrappati al match. È solo +3 a 2’30” dalla fine, ma a chiuderla ci pensano il solito Micov e Kuzminskas. È gioia Olimpia.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com


ARTICOLI CORRELATI:

Djordjevic applaude le seconde linee
Djordjevic applaude le seconde linee
Basket, così in tv tra sabato e domenica
Basket, così in tv tra sabato e domenica
Jakimovski fa un salto negli States
Jakimovski fa un salto negli States
Moss:
Moss: "Dell'Olimpia Milano parlo a fine carriera"
Dalmasson va a Varese con nuove certezze
Dalmasson va a Varese con nuove certezze
Carrea non crede a una Virtus stanca
Carrea non crede a una Virtus stanca
Nikos Zisis torna dove ha iniziato
Nikos Zisis torna dove ha iniziato
Basket, così in tv la terza di ritorno
Basket, così in tv la terza di ritorno
Sassari, Gerosa:
Sassari, Gerosa: "Le assenze non ci fermano"
 
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon
Le bellissime di Eicma 2019: Francesca Campione
Bellissime a Eicma 2019: Kate Fretti
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Dones
Le bellissime di Eicma 2019: Ilaria Prazzoli
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Semeraro
Le bellissime di Eicma 2019: Sabrina Chiolerio