Gli italiani non salvano l'Olimpia

Sconfitta n.17 in casa del Baskonia, per i milanesi il minimo in Euroleague col 29,1 per cento e l'ultimo posto.

Cinciarini

Finisce 2-2 la settimana delle italiane nelle coppe europee che si conclude stasera con le ultime 3 gare di Euroleague (24a giornata) e il ritorno dei quarti di finale della Europe Cup. L'Olimpia senza lo sloveno Zoran Dragic (rottura del legamento crociato del ginocchio) e Kruno Simon incassa a Vitoria la sconfitta n.17 col Baskonia senza Andrea Bargnani e rimane ultima in classifica con 7/17 per il 29,1 per cento, toccando il suo minimo stagionale.

Nell'andata degli ottavi della Champions FIBA vittoria casalinga rassicurante (+16) di Sassari nel suo fortino contro i francesi del Le Mans e 1-0 nel derby italiano di Venezia coi suoi problemi e in attesa dell'arrivo dell'uruguaiano Esteban Batista, con una rimonta sofferta contro Avellino che aveva guidato a lungo la gara.

In Euroleague due vittorie esterne, Fenerbahce a Kaunas e Olympiacos a Tel Aviv, valgono la sicurezza per i playoff per i turchi e i greci. La striscia vincente di 9 vittorie della capolista  Real Madrid si è conclusa a Istanbul contro il Galatasaray, ultimo in classifica con Armani e Unics. E la qualificazione sicura ai playoff è rinviata alla prossima gara. I vincitori uscenti dell'Europe Cup in vantaggio 73-55 grazie alla brillante gara di Austin Daye hanno subito la rimonta furiosa del Real che però arrivato a condurre di 4 punti (80-84) non ha più segnato negli ultimi 2 minuti (7/0 per i turchi). Stasera il Cska può raggiungere i madrileni che non hanno saputo festeggiare i 18 anni di Luka Doncic, il migliore della serata con 13 punti 8 rimbalzi e 8 assist.

Il Fenerbahce  per il quale l'ex n.1 del draft 2013, il canadese Tony Bennett, rimane un oggetto misterioso (1 solo canestro come starter) ha superato il difficile ostacolo del muro lituano grazie a 4 triple di Melih Mahmutoglu e alla gara tosta di Epke Udoh impreziosità da 5 assist e 4 stoppate. I lituani superiori ai rimbalzi, anche per l'assenza di Jan Vesely fra i turchi,  non hanno avuto il sorprendente Lukavicus delle ultime brillanti gare e perdono l'occasione di agganciare l'area playoff dove invece la Stella Rossa "rosica" una vittoria d'oro grazie a uno scarto-Olimpia, l'affidabile Charles Jenkins .

Nella giornata degli italiani, buona gara di Cinciarini e Pascolo che hanno segnato 11 punti a testa, quanto il titolare Hickman (3/9 1/5 da 3 2 rimbalzi ma ben 8 assist). Per Fontecchio starter 2/5 con un canestro da 3, 2 punti per Abass contro i 14 di domenica. I lunghi milanesi stavolta hanno fatto fare un figurone al francese Kim Tillie (19 punti, MVP con 31 di valutazione il 24 minuti). Al minimo con 7 punti Sanders, 6 di Raduljica, 3 di Kalnietis.

Stagione finita anche per il Brose a Belgrado, applausi per Simonovic, il migliore in campo, tornato Sesto Uomo, e i sorprendenti 18 punti di Jenkins, il superdifensore dell'ultima stagione per mettere una pezza all'assenza del play Jovic. Melli ha lottato con onore, il migliore come da copione nelle ultime uscite è stato Fabien Causeur. Le francesi quest'anno non ci sono, ma l'allevamento dei play francesi si fa notare, e oltre al versatile Fabien,  De Colo, Heurtel e Westermann. Magari avessimo noi tanta grazia di Dio...

Nell'andata della Champions ben 2 pareggi sul suolo greco a Salonicco, mentre la terza squadra ellenica ha vinto di 1 punto contro il Monaco,  miglior squadra della massima serie francese. Nessuno ha vinto in trasferta, ci ha provato Avellino che in una gara feroce ai rimbalzi ha segnato però solo 4 punti nel quarto in finale in Laguna.

EUROLEAGUE - Regular Season (24 a g)

VITORIA: BASKONIA-Olimpia 87-64 (9.763 spett; Val.115/71; 23-20, 15-17; 28-16-21-21; 19 K.Tillie 4/5 3/3 da3 tl2/2 5r 3re V31, 18 A.Hanga 5/7 1/4 da3 tl5/6; 11 R.Hickman 3/9 1/5 da3 2r 8a, 11 A.CINCIARINI no st. 3/5 1/2 da3 tl2/2 2re V11, 11 D.PASCOLO 5/7 3 r V10, 5 Fontecchio 1/3 1/2 da3, 2 A.ABASS 1/3 0/3 da3, V-3; assenti K.Simon, Z.Dragic). R-A: 38-28; 35-16.

KAUNAS: Zalgiris-FENERBAHCE 67-76 (12.179; Val.70/102; 17-19, 14-11; 17-25, 19-21; 15 P.Jankunas 5/7 tl5/5 7r V23; 16 E.Udoh 8/11 7r  5a 4st V27, 14 Bog.Bogdanovic 7re V26, 6 L.DATOME 1/3 1/3 da3 tl1/1  2r 2a V7). R-A: 32-19; 27-22.

ISTANBUL: GALATASARAY-Real Madrid 87-84 (3.909; 1° arbitro L.Lamonica;  Val.104/100, 25-29, 24-26; 24-14, 14-24; 20 A.Daye 3/7 4/6 da3 tl2/2 3r 4a; 16 A.Randolph 2/4 2/4 da3 tl.6/6, 13 L.Doncic no st., 2/3 3/4 da3 8r 8a V26). R-A: 29-25; 32-22.

TEL AVIV: Maccabi-OLYMPIACOS 71-82 (8.250; Val.65/99; 17 S.Landsberger 3/6 1/1 da3 tl8/9 V15, assenti D.Smith, A.Goudelock; 16 E.Green 6/9 1/3 da3, 15 G.Printezis 3/7 1/1 da3 tl6/6 5r 8fs V25, 15 M.Lojeski  4/5 2/4 da3; assente V.Spanoulis). R-A: 30-14; 40-15.

BELGRADO: STELLA ROSSA-Brose Bamberg 74-60 (5.783; Val.80/63; 18 C.Jenkins 3/6 3/4 da3 tl3/4 4a V19, 13 M.Simonovic no st, 4/7 1/2 da3 tl2/2 9r 2 re V20, assente S.Jovic.; 21 F.Causeur 6/8 3/5 da3 3a 3re 3r V20, 7 N.MELLI 2/6 1/4 da3 6r 3a V12). R-A: 30-11; 35-15.

FIBA CHAMPIONS LEAGUE (Ottavi, andata)

ATENE: AEK-Monaco 69-69 (20 D.Sakota; 11 Z.Wright); SALONICCO: PAOK-Tenerife 66-63 (15 Penters, 13 K.Clantor; 19 A.Donerkamp 12 r); OLDENBURG: Ewe-Banvit 82-82 (19 C.Kramer 10a, 23 Orelik; 19 J.Theodore); SALONICCO:  Aris-Villeurbanne  67-67 (21 W.Cummings; 14 Uter 12r); LUDWINGSBURG: Riesen Ludw.-Neptunas  73-61 ( 19 J.Coley 12r;  14 D.Elling);  SASSARI: DINAMO-Le Mans 19 G.Lawal 6/8 tl7/10 9r V23, 10 Stipcevic 9r, 6 Lighthy; 16 O.Hanlon 1/8 4/4 da3 5r; R-A: 32-22; 31-14); VENEZIA: REYER-Avellino 53-49 (12-18, 10-12 18-15, 13-4; 11 H.Peric 5/9, 8 J.Hagins 4/11 10r, 3 Bramos 6r; 11 J.Ragland 3/7 4r 7a, 11 L.Randolph 4/10, 1/4a da3, 10 K.Fesenko; R-A: 43-41; 13-16)

A cura di ENRICO CAMPANA


ARTICOLI CORRELATI:

Messina:
Messina: "Serviva una partita seria"
Frank Vitucci divide i meriti
Frank Vitucci divide i meriti
Baraldi non considera la caduta di Sassari
Baraldi non considera la caduta di Sassari
Carrea:
Carrea: "Con Treviso si cambia"
De Raffaele:
De Raffaele: "Ecco perché sono i più forti"
Pozzecco:
Pozzecco: "Abbiamo fatto quasi un miracolo"
 
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon