Cantù batte Pistoia e spera

29 Febbraio 2016

In un divertente posticipo di serie A l’Acqua Vitasnella Cantù batte la GTG Pistoia 82-74. La partita è ad alto ritmo ed equilibrata, dove Cantù rompe la parità solo nel finale con le scorribande di Hodge e i canestri di Heislip e Lorbek.
 
Pistoia parte molto meglio nell’approccio e nell’esecuzione, mettendo a nudo tutte le difficoltà di Cantù che con tanti innesti in corsa pecca di confidenza reciproca. Con il rientro di Moore e l’esordio di Amato, Knowles torna nel suo ruolo di guardia e viene sfruttato molto bene in uscita dai blocchi per provare il primo allungo toscano. La partita è godibile e Hodge entra in partita quando i falli limitano Moore e gli mandano sulle piste un Amato che non ha il passo per tenerlo. Alla prima pausa è Pistoia ancora avanti di sei lunghezze sul 23-17, con Cantù che rimane in scia grazie alle tre triple di Heislip.
 
La fisicità di Fesenko viene innescata poco e Kirk riesce a far valere la sua tecnica, ma sono una tripla di Antonutti e l’intensità di Czyz a preoccupare Bazarevich.
 
Quando si alza il ritmo e si può giocare a briglie sciolte è Cantù a giovarne e con un buon break in chiusura di primo tempo, si va al riposo in sostanziale parità sul 41-42.
 
Al rientro dagli spogliatoi il ritmo scema leggermente, Pistoia è molto più lucida e con due triple di Antonutti e Blackshear scava il solco obbligando Bazarevich a un nuovo timeout. La pausa porta i suoi risultati e nonappena Fesenko viene innescato con maggiore qualità e continuità, paga dividendi dominando vicino a canestro contro Kirk. E’ ancora Antonutti a rubare qualche canestro dalle pieghe della partita, ma dopo tre quarti l’equilibrio regna sovrano sul 59 pari.
 
Hodge fa il bello e il cattivo tempo raggiungendo la doppia cifra di assists con tre minuti da giocare, ma Kirk e Knowles non mollano e al giro di boa dell’ultimo periodo la partita è tutta da fare con Pistoia avanti di una lunghezza. Il turning point arriva nel momento in cui Lorbek si accende e trova cinque punti consecutivi ribaltando completamente l’inerzia del match. L’azione più bella per Cantù è quella che sigilla il match con Hodge che sforna il suo undicesimo assist per la tripla di Heislip che regala il +6 con un minuto da giocare. Esposito chiama timeout, ma i suoi non hanno più risorse per rientrare e Cantù festeggia la vittoria con un rush finale decisivo.
 
In collaborazione con basketissimo.com
©

ULTIME NOTIZIE:

©Olimpia Milano, Adriano Galliani si prende dei meriti
Olimpia Milano, Adriano Galliani si prende dei meriti
©Germani Brescia-Nicola Akele, arriva l'annuncio ufficiale
Germani Brescia-Nicola Akele, arriva l'annuncio ufficiale
©Gianmarco Pozzecco comincia a fare qualche nome
Gianmarco Pozzecco comincia a fare qualche nome
©Nate Reuvers si veste di biancorosso
Nate Reuvers si veste di biancorosso
©Stefano Tonut saluta dopo il cambio di casacca
Stefano Tonut saluta dopo il cambio di casacca
©Carlton Myers valuta il grande ritorno
Carlton Myers valuta il grande ritorno
 
Milan, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Roma, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Inter, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Napoli, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Juventus, le date dei quindici incontri più duri del prossimo campionato
Aleksandar Kolarov e gli altri: i calciatori che si sono ritirati in questa stagione
Germania-Italia 5-2, le pagelle
Calciomercato: la Roma mette a segno in primo colpo, ecco le foto