Italrugby distrutta dalla Francia: finisce 60-7, addio Mondiali

Una sconfitta senza appello per dire addio ai Mondiali.

Italia demolita dalla Francia a Lione, in un ko che non lascia alcuno spazio alle recrimonazioni. Gli Azzurri perdono infatti 60-7, salutando in questo modo i Mondiali di rugby, terminando la Pool A a quota 10 punti. Salgono a 18 i Bleus, che con la Nuova Zelanda (ferma a 15) accedono ai quarti. Prestazione disastrosa per l'Italrugby, che chiude la partita con una sola meta all'attivo contro le otto degli avversari.

La prima meta della Francia arriva dopo nemmeno 3 minuti, la seconda e la terza si fanno attendere fino al 12' e al 22'. L'Italia fatica in ogni fase, sia in difesa nel contenere i padroni di casa sia a sfondare il loro muro. Solo al 34' arriva la meta di Simone Ferrari, frutto di cinque minuti pieni di cariche e di corpo a corpo. Ma una sua entrata pericolosa vanifica tutto.

Il primo tempo si chiude sul 31-0, e il secondo si consuma con gli stessi temi. L'Italia si ripresenta infatti in campo consapevole di non poter reggere la pressione di una Francia troppo superiore dal punto di vista fisico e non solo. Al 46' arriva la quinta meta transalpina, al 52' la sesta e al 62' la settima. Finalmente (prima di quella di Moefana che al 75' chiude i conti) al 70' Manuel Zuliani ne firma una per l'Italrugby. Ma accoglierla anche solo con un sorriso è praticamente impossibile.

Articoli correlati