Tour de France, partenza fuori dai confini anche nel 2026

Altra partenza fuori dai confini per il Tour de France

Così come accadrà nell’edizione 2024, che partirà il prossimo 29 giugno da Firenze, anche nel 2026 il Tour de France prenderà il via fuori dai confini dell’Esagono, più precisamente da Barcellona, in Spagna. Il capoluogo catalano ospiterà la ‘Grand Départ’ per la prima volta nella storia, mentre per la Spagna sarà la terza occasione (nel 1992 e nel 2023 rispettivamente a San Sebastian e Bilbao, entrambe nei Paesi Baschi).

La cerimonia in cui è stata ufficializzata la notizia si è svolta nella giornata di martedì proprio a Barcellona: un appuntamento che ha visto protagonisti il sindaco ​​di Barcellona, Jaume Collboni, e il direttore del Tour de France, Christian Prudhomme. La partenza di quella che sarà l’edizione numero 113 della Grande Boucle è prevista per sabato 4 luglio 2026.

La città ospitante dei Giochi Olimpici del 1992 ha già accolto il Tour de France in tre occasioni (1957, 1965 e 2009), ed è stata teatro dell’apertura della Vuelta del 2023. Le strade catalane ospiteranno non solo la prima tappa, ma anche la seconda e la prima parte della terza, prima che la corsa sui sposti sul suolo francese.

Nel 2024, invece, il Tour partirà dall’Italia: la prima tappa si correrà da Firenze a Rimini (206 km) sabato 29 giugno: seguiranno nei due giorni successivi la frazione di 200 km da Cesenatico a Bologna e quella da 229 km da Piacenza a Torino. Il 2 luglio, dopo la partenza a Pinerolo, si varcherà il confine, con la tappa che arriverà a Valloire. Non sono previsti altri sconfinamenti se non uno al Principato di Monaco all’ultima tappa: la cronometro di 34 km che concluderà il Tour 2024 partirà infatti da Monte Carlo per tornare dopo pochi km in Francia, a Nizza.


Articoli correlati

P