Yeman Crippa è già a Parigi sul percorso dei Giochi

Le parole di Yeman Crippa

“Percorso molto tosto, tutt’altro che piatto: molto si deciderà tra il 28esimo e il 32esimo chilometro, quando c’è una salita lunga seicento metri con pendenze anche del 13,5%, e una successiva discesa altrettanto insidiosa. Bisognerà arrivarci preparati”. Due giorni a Parigi per provare il percorso della maratona olimpica. Studiarlo. Analizzarlo. Per non lasciare nulla al caso e proiettarsi con ancora maggiore consapevolezza verso l’appuntamento a cinque cerchi di sabato 10 agosto, start alle otto di mattina. Yeman Crippa, insieme a coach Massimo Pegoretti e con il supporto della Federazione, è andato alla scoperta delle strade francesi che assegneranno le medaglie olimpiche tra meno di tre mesi, con partenza dall’Hotel de Ville e arrivo all’Esplanade des Invalides, attraverso i luoghi più iconici della capitale francese come il Louvre, Versailles e la torre Eiffel

Nel complesso dei 42,195 km, il profilo altimetrico prevede un dislivello in salita di 436 metri e in discesa di 438 metri. È un tracciato molto muscolare che propone soprattutto due punti impegnativi: il primo si incontra intorno al 20° chilometro, con pendenze che oscillano tra il 3 e il 4 per cento. Il secondo, quello più duro, è proprio il tratto che i maratoneti troveranno a circa quattordici chilometri dal traguardo e che potrebbe fare la selezione decisiva. Più convenzionali, invece, i tratti in cui il percorso costeggia la Senna, anche se il pavé dei chilometri iniziali potrà farsi sentire sulle gambe nei momenti caldi.

In questa stagione Yeman Crippa (Fiamme Oro) ha stabilito il primato italiano della maratona a Siviglia con 2h06:06 il 18 febbraio. A fine aprile si è appropriato anche del record nazionale dei 10 km su strada a Herzogenaurach (27:08) completando la propria collezione di primati: 3000, 5000, 10.000, 5 km, 10 km, mezza e maratona. Il 27enne trentino è tra gli azzurri più attesi agli Europei di Roma (7-12 giugno), dove potrebbe doppiare mezza maratona+10.000 metri, specialità quest’ultima di cui è campione europeo in carica.


Articoli correlati