Tokyo 2020, calcio: il Brasile vince l'oro ai supplementari

Malcom decide al 108': la selezione olimpica vedreoro batte 2-1 la Spagna e bissa il successo di Rio.

7 Agosto 2021

Decide Malcom al minuto 108.

Il Brasile vince la medaglia d'oro nel calcio maschile a Tokyo 2020. La selezione olimpica verdeoro bissa così il successo di Rio 2016, sconfiggendo la Spagna (che, dunque, vince l'argento) per 2-1 dopo i tempi supplementari.

Match equilibrato, con le due squadre che si dividono equamente i primi e i secondi 45 minuti: il Brasile spreca un rigore (Richarlison tira alle stelle) al 38', ma Matheus Cunha, su assist di Dani Alves, firma l'1-0 al secondo minuto di recupero.

Nella ripresa Oyarzabal trova il pari al 61', il match passa nelle mani degli spagnoli che colpiscono anche due traverse nel finale e non evitano così i supplementari. Nell'extra time è Malcom a firmare, al minuto 108, la rete della vittoria: il Brasile conquista l'oro, la Spagna si deve accontentare dell'argento.

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesTokyo 2020, il medagliere aggiornato al 4 settembre
Tokyo 2020, il medagliere aggiornato al 4 settembre
©Getty ImagesTokyo 2020, storico podio tutto azzurro nei 100 metri
Tokyo 2020, storico podio tutto azzurro nei 100 metri
©Getty ImagesTokyo 2020, tre azzurre in finale nei 100 metri con record
Tokyo 2020, tre azzurre in finale nei 100 metri con record
©Getty ImagesTokyo 2020, il medagliere aggiornato al 3 settembre
Tokyo 2020, il medagliere aggiornato al 3 settembre
©Getty ImagesTokyo 2020, Assunta Legnante arrabbiata per l'argento
Tokyo 2020, Assunta Legnante arrabbiata per l'argento
©Getty ImagesTokyo 2020, il medagliere aggiornato al 2 settembre
Tokyo 2020, il medagliere aggiornato al 2 settembre
 
Liverpool-Milan 3-2, le pagelle
Malmoe-Juventus 0-3, le pagelle
Cristiano Ronaldo abbatte uno steward. Poi si scusa. Le foto
Europa League: le rivali delle italiane
Sampdoria-Milan 0-1, le pagelle
Udinese-Juventus 2-2, le pagelle
Psg, partitella d'allenamento stellare: le foto
Serie A tra ritorni e conferme: chi rischia di più?