Coronavirus, timori per i prossimi Australian Open

Il torneo è previsto a gennaio 2021, ma gli organizzatori non escludono la possibilità di giocare a porte chiuse.

Nonostante il torneo sia in programma nel mese di gennaio 2021, gli organizzatori degli Australian Open sono al lavoro per garantire i massimi standard di sicurezza, ipotizzando anche uno scenario in cui la fase di distanziamento sociale prevista dall'emergenza Coronavirus si allunghi nel tempo.

Già il governo australiano prevede di mantenere chiusi i suoi confini dopo la fine delle misure di immediata emergenza e Craig Tiley, presidente di Tennis Australia e nonché direttore dell'organizzazione del primo Slam stagionale, ha dichiarato in una nota rilasciata ai media locali la possibilità che il torneo si svolga a porte chiuse.

"Questi sono solo due dei tanti scenari che dobbiamo considerare - ha dichiarato Tiley in una nota riportata dai media australiani -. Non è chiaro quali misure attualmente utilizzate per contenere la diffusione del virus dovranno ancora essere attuate a medio e lungo termine". Oltre a ciò, sono allo studio rigide regole di autoisolamento per tutti i giocatori provenienti dall'estero.

Fognini-Bolelli

ARTICOLI CORRELATI:

Fabio Fognini si ferma: intervento a entrambe le caviglie
Fabio Fognini si ferma: intervento a entrambe le caviglie
"Non mi sto allenando": l'ammissione di Roger Federer
Amarcord Internazionali d'Italia
Amarcord Internazionali d'Italia
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena