E' giusto far riposare Durant e LeBron?

Mancano due settimane alla fine della regular season e anche nel cinico mondo della NBA non mancano i gesti di solidarietà, magari a sorpresa anche per i diretti interessati considerato che nei giorni scorsi Kevin Durant aveva dichiarato di non gradire il riposo ("ne ho fatto fin troppo l'ultima stagione", alludendo all'operazione al piede). Invece l'allenatore di Oklahoma Billy Donovan un'ora prima della gara decide di far riposare, su consiglio dei medici, Kevin Durant e Sergi Ibaka e Detroit ringrazia per la vittoria della messa in sicurezza dei playoff. Non meno eclatante la decisione di Tyronn Lue, il giovane coach di Cleveland che ha preso il posto di David Blatt, di rinunciare a King James, presupposto per il successo di Houston in Ohio con una rimonta di 20 punti per mano di James Harden (18 punti nel parziale di 35/16 nell'ultimo quarto) e nonostante il 7/22 dalla lunetta di Dwight Howard.

Per la cronaca, senza Durant Oklahoma ha vinto 4 volte su 19 e senza James Cleveland 4 su 13.  Sempre in chiave di playoff, vittoria della speranza dei Bulls a Indiana con un canestro a 3" dalla fine di Jimmy Butler (e 28 punti di Mirotic) dopo quattro sconfitte consecutive. In questo caso però la solidarietà è rappresentata dal 15% nel tiro da 3 (3/19) dei Pacers che comunque mantengono un vantaggio di 2 vittorie e 2 sconfitte in meno della squadra del cuore di Obama  attesa da un calendario difficile con 5 trasferte (Houston, Milwaukee, Memphis, Miami, New Orleans) e 3 gare casalinghe (Detroit, Cavaliers e Filadelfia).

Ricapitolando: all'Est a 8 gare da termine i Bulls (37/37) sono a dietro ai Pacers (39/35) scesi all'8° posto e ai Pistons (al 7° con 40/35), mentre all'Ovest Houston (37-38) è fra le 8 e Dallas (36-38) trema.

Oklahoma veniva da una serie di 8 vittorie con punteggi e scarti-record, ultima tappa Toronto, seconda squadra all'Est. Russell Westbrook la cui grandezza dipende anche da Durant,  ha dovuto fare il boia e l'impiccato (8/28 al tiro) e perso l'occasione di un'altra tripla-doppia molto attesa per eguagliare il record di Magic Johnson (17) e battere con 8 quello mensile di Michael Jordan (aprile '89). Charlotte ha dominato a Filadelfia con la seconda tripla-doppia stagionale di Nicolas Batum (19 p, 12r 12a), il miglior francese della stagione al quale è giovato il trasferimento da Portland in North Carolina, e 65 rimbalzi a 45. High stagionale dei Magic (139 punti, +34, il 62% al tiro e 40 assist) con i Nets senza Taddeus Young e 5 punti in soli 15 minuti di Brook Lopez, il suo totem. Per l'ex squadra di Bargnani spettacolare schiacciata di Thomas Robinson su un lob del croato Bogdanovic. Robinson è stato il migliore dei suoi con 18 punti e 12 rimbalzi, la sua tripla doppia stagionale anche se anche stavolta coincisa con una sconfitta. Su di lui i Nets ripongono molte speranze, ha compiuto da qualche giorno 25 anni ma il power forward ex Kansas, dotato di grande atletismo e scelto n.5 dai Kings nel 2012,  dopo 50 gare  stato mandato ai Rockets, nella seconda stagione ha giocato 70 gare con Portland, nella terza  stagione dopo 30 gare è passato a Filadelfia arrivando questa stagione ai Nets dove ha giocato ancor meno minuti (11) rispetto alle precedenti esperienze. Dopo 258 gare e 1193 punti, 33 punti e 4,3 rimbalzi di media, ci si chiede: può ancora aspirare a un ruolo da protagonista?

Vittoria n.67 dei Warriors che allungano il record della striscia vincente in casa contro Washington che ha pochissime speranze di tornare ai playoff. All'inizio del quarto tempo i Wizard sono arrivati a 5 punti e con John Wall, il suo All Star, sotto i 10 punti. Ci hanno pensato Curry (26 punti e 6 triple su 8) e Draymond Green, migliore negli assist e ai rimbalzi, con una trilla-doppia mancata per un assist. Servono ancora 6 vittorie nelle ultime 8  (stanotte trasferta a Salt Lake City) per far crollare il record dei Bulls '95-96 di 72 vittorie e 10 sconfitte.

News. Chris Paul (Clippers) rinuncia alle Olimpiadi perché lo richiede il suo fisico: il play dell'oro di Pechino e Londra l'ha annunciato in un intervista su Sport Illustrated. Per Gallinari stagione finita, nel senso che non rientra anche se l'infortunio alla caviglia destra è ormai risolto. "Non vedo l'ora di giocare con la nazionale, sarà un'estate importante, abbiamo la possibilità di fare grandi cose. Ho parlato molto con Messina, mi alletta l'idea di lavorare con lui". Il Gallo ha altri due anni di contratto con Denver. Ha molto colpito l'ingresso in campo di un bambino di colore a New Orleans per abbracciare Carmelo Anthony durante la gara con i Pelicans, forse per consolarlo delle delusioni. In seguito alla firma della legge da parte del Governatore della North Carolina di limitare i diritti personali dei bisessuali, gay e lesbiche, l'All Star Game del 2017 Atlanta ha chiesto di organizzare l'evento assegnato a Charlotte. Jason Kidd, coach di Milwaukee, ha dichiarato he la stagione prossima Giannis Antetokounmpo (The Greek Freak) giocherà point guard, caso più unico che raro perché il giocatore è alto 2 metri e 11. “Anteto" sarà la star del preolimpico di Torino. Rockets e Pelicans giocheranno in pre-season in Cina il 9 e 12 ottobre a Shanghai e Pechino. Lakers nel mirino, non solo per il tragico -48 a Utah ma per la pubblicazione di un video nel quale D'Angelo Russell filma una conversazione privata col compagno Young all'oscuro di tutto.

SKY TV -  Oggi differita di Warriors-Wizards alle 14 e 23 (SS 2HD) e alle 17 (SS 1HD); venerdì 1 aprile alle 3.30 diretta di Thunder-Clippers (SS 3HD, differita sempre venerdì alle 15 e 22.30  ss 2HD e all 17 3 HD). Chiusura settimanale con Spurs-Raptors da San Antonio, diretta alle 2.30 (SS 1HD, Tranquillo-Pessina) di domenica 3 aprile e in differita alle 10.30  (2HD) e alle 16.15 (3HD). 

RISULTATI 29 marzo - Filadelfia-CHARLOTTE  85-100 (18 R.Convington 6/14 da3 7r; 19 N.Batum 8/16 1/4 da3 12r 12a, 18 C.Zeller 11r); Indiana-CHICAGO 96-98 (20 P.George 2/7 da3 9r 5a, 19 I.Mahinmi 9/12 7r; 28 N.Mirotic 7/13 da3 10r, 14 J.Butler, 10 P.Gasol 4/13 11r 7a); ORLANDO-Brooklyn 139-105 (24 A.Nicholson 9/9 3/3 da3, 20 A.Gordon, 15 E.Fournier, 11 E.Payton 12r; 18 T.Robinson 12 r, 7 B.Lopez, ng. T.Young); DETROIT-Oklahoma 88-82 (24 Marc.Morris 9/13 1/1 da3 tl5/5 7r, 13 A.Drummond 6/9 15r, 13 R.Jackson 1/5 da3; 24 R.Westbrook 8/28 2/8 da3 tl6/9 4r 6a, 14 E.Kanter 14r);  Cleveland-HOUSTO 100-106 (31 K.Irving 9/23 5/11 da3 8a, 13 K.Love 11r, 16 T.Thompson 10r; 27 J.Harden 8/16 3/8 da3 tl8/10 6r 8a, 11 D.Howard 11r tl7/22, 17 M.Beasley 8r, 9 C.Capea 10r); GOLDEN STATE-Washington 102-94 (26 S.Curry 9/20 6/8 da3 6r 7a 5re, 16 K.Thompson 2/8 da3, 15 Dra.Green 4/6 3/4 da3 16r 9a; 17 B.Beal 1/6 da3, 15 Mark.Morris, 9 M.Gortat 11r, 8 J.Wall 0/3 a3 11a).

A cura di ENRICO CAMPANA

ARTICOLI CORRELATI:

Coronavirus, Smart è completamente guarito
Coronavirus, Smart è completamente guarito
Sollievo Utah Jazz: Gobert e Mitchell negativi al tampone
Sollievo Utah Jazz: Gobert e Mitchell negativi al tampone
NBA, Cuban:
NBA, Cuban: "Lo sport è quello di cui abbiamo bisogno"
 
Le foto della figlia di Hulk Hogan
Le foto di Bianca Gascoigne
Diletta Leotta colpisce ancora
Cecilia Rodriguez, bellezza argentina