La Svizzera resta ancora senza Giochi

Per la decima volta nella storia, la popolazione ha bocciato la possibilità di ospitare un'Olimpiade: un referendum boccia il credito per Sion 2026.

Il sogno della Svizzera di restare in corsa per ospitare un’Olimpiade è finito prima ancora di nascere. Attraverso un referendum, infatti, gli elettori del cantone del Vallese hanno respinto la possibilità di finanziare attraverso un credito la candidatura di Sion per i Giochi invernali del 2026.

Il credito sarebbe stato di 100 milioni di franchi, oltre 86 milioni di euro, ma è stato bocciato da oltre il 54% dei votanti, percentuale che a Sion è arrivata al 60,9, come riferisce l'agenzia di stampa svizzera Ats, per la delusione delle associazioni turistiche.

Si tratta della decima volta in cui i cittadini svizzeri bocciano la candidatura ad un’Olimpiade, che il paese ha ospitato solo per due volte, nel 1928 e nel ’48, a Saint-Moritz.

ARTICOLI CORRELATI:

Dorothea Wierer nella storia: terzo oro mondiale
Dorothea Wierer nella storia: terzo oro mondiale
Fantastica Dorothea Wierer, medaglia d'oro ai Mondiali
Fantastica Dorothea Wierer, medaglia d'oro ai Mondiali
Italia d'argento ai Mondiali di biathlon
Italia d'argento ai Mondiali di biathlon
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium