Super Rugby, la 17a giornata in breve

Ad un solo weekend dal termine arrivano i primi verdetti della stagione regolare, ma restano ancora da assegnare quattro posti playoff

La diciassettesima e penultima giornata del Super Rugby, giocata tra venerdì 7 e sabato 8 giugno, emette i primi verdetti in vista di quella che sarà un'intensissima marcia playoff verso il titolo di miglior squadra dell’Emisfero Australe del 2019.

A dire il vero, una franchigia ha già concluso col botto la propria regular season: si tratta dei Crusaders, che dopo la battuta d'arresto della settimana precedente infliggono un pesante 66-0 ai malcapitati Rebels. Sono ben dieci le mete segnate dai campioni in carica (notevole la tripletta di Sevu Reece), che pur riposando nell'ultima giornata sono già sicuri del primo posto assoluto, che garantirà loro il fattore campo in tutta la postseason. Gli australiani, invece, conservano l'ottavo posto (l’ultimo utile per la qualificazione) ma devono stare molto attenti nell'ultima partita, in cui affronteranno i Chiefs.

Altre tre squadre sicure di lottare per il titolo sono i Jaguares, i Brumbies e gli Hurricanes: gli argentini vincono aritmeticamente la conference sudafricana infliggendo un netto 34-7 agli Sharks (due mete per Sebastian Cancelliere ed Emiliano Boffelli), i Brumbies battono 35-34 gli Waratahs nell’unico derby di giornata, approfittando della già citata debacle dei Rebels per conquistare la divisione australiana, e infine gli Hurricanes battono in trasferta i Lions per 37-17 (due mete per Ben Lam e Dane Coles), assicurandosi il quarto posto assoluto che vale il fattore campo nei quarti di finale.

Restano quindi da decidere gli ultimi quattro posti: a giocarsi il tutto per tutto negli ultimi ottanta minuti saranno i Bulls attualmente quinti, bravi a conquistare un sofferto 24-24 in casa degli Highlanders (meta nel finale di Jaco Visagie), i Lions sesti, gli Stormers settimi (per loro facile vittoria in casa contro i Sunwolves, un 31-18 in cui spicca la doppietta di Jaco Coetzee), e i già citati Rebels, Sharks, Chiefs, Highlanders e Waratahs, che occupano le posizioni dall’ottava alla dodicesima nello spazio di cinque soli punti.

Speranze ridotte ad una mera questione aritmetica, infine, per i Blues, sconfitti 29-28 in casa dei Reds grazie a una meta a tre minuti dalla fine di Scott Higginbotham: un risultato che però non serve agli stessi Reds, unica squadra assieme ai Sunwolves sicura di non poter più lottare per i playoff.

 

Classifiche

Australian Conference: Brumbies 43, Rebels 34, Waratahs 30, Reds 28, Sunwolves 12.

New Zealand Conference: Crusaders* 58, Hurricanes 49, Chiefs 31, Highlanders 31, Blues 29.

South African Conference: Jaguares 46, Bulls 36, Lions 35, Stormers 34, Sharks 33.

 

Nota: I Crusaders hanno giocato una partita in più.

SuperRugby_Crusaders

ARTICOLI CORRELATI:

Rugby, Mbandà nominato Cavaliere della Repubblica
Rugby, Mbandà nominato Cavaliere della Repubblica
Italrugby, Franco Smith confermato ct
Italrugby, Franco Smith confermato ct
Il Times:
Il Times: "Cacciate l'Italia dal Sei Nazioni"
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena