Lorenzo spietato con Iannone

6 Giugno 2016

Jorge Lorenzo non riesce e non può perdonare Andrea Iannone dopo quanto successo al Montmelò. Dopo la corsa catalana, il centauro della Yamaha lancia quello che sembra un vero e proprio ultimatum nei confronti del ducatista.
 
"Vorrei partecipare alla riunione della Safety Commission il venerdì della prossima gara ad Assen. Mi intratterrò da solo con il direttore di gara Mike Webb. Ma non voglio presentare ricorso contro la sentenza troppo clemente inflitta a Iannone. Il giudizio in ogni caso non può più essere modificato. E’ quello finale. Due punti di penalizzazione, più la penalizzazione in griglia, che non è una punizione sufficiente per il suo errore… Con tale sanzione un pilota non cambierà mai".
 
Secondo Lorenzo, Iannone deve cambiare radicalmente stile di guida: "Quando avevo 17 o 18 anni, che era nella stagione 2005, ero ancora un pilota pericoloso. Ma se tu me lo avessi chiesto non lo avrei ammesso. Perché ero un orgoglioso, giovane pilota. Ma mi è stato poi vietato nel mese di ottobre di correre una gara, e sono cambiato. E’ giunto il momento che Andrea capisca che deve cambiare il suo stile di guida".
 
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Ducati, Pecco Bagnaia ha una certezza su Marc Marquez
Ducati, Pecco Bagnaia ha una certezza su Marc Marquez
©Valentino Rossi risponde a Kevin Schwantz e Carl Fogarty
Valentino Rossi risponde a Kevin Schwantz e Carl Fogarty
©Valentino Rossi esclude Franco Morbidelli
Valentino Rossi esclude Franco Morbidelli
 
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto