Disaccordo Yamaha-Petronas sul futuro di Valentino Rossi

Contrasti sulla gestione dei contratti dei piloti se dovesse saltare la stagione 2020.

Emergono contrasti tra Yamaha e il team satellite Petronas sulle gestione dei contratti dei piloti se dovesse saltare definitivamente il Mondiale di MotoGp. Secondo l'opinione del team principal di Petronas Razlan Razali, i contratti andrebbero dilatati nel tempo: Quartararo, se dovesse saltare la stagione 2020, dovrebbe a suo parere restare nel team satellite e rimandare il suo sbarco nella squadra ufficiale nel 2022, con Valentino Rossi che rimarrebbe uno dei piloti ufficiali della casa di Iwata.

Non è però d'accordo Maio Meregalli, che a Sky ha voluto dire la sua: "Ho letto anche io le sue parole. Non voglio dire che sia un’idea priva di senso, ma se la stagione 2020 va finire così, la 2021 partirà come è stato scritta che debba partire. Non ci sono dubbi che avremo Viñales e Quartararo l’anno prossimo, mentre Valentino Rossi potrebbe accordarsi con il Team Petronas, è un’opzione fattibile anche se non credo ne abbiano già parlato". 

"Penso e spero che si inizi a correre il prima possibile, in modo che anche Vale abbia tempo di decidere. Se deve decidere in base a quella che è la sua passione, mi viene da dire che ci riproverà sicuramente anche il prossimo anno. È una decisione che spetta a lui, ma che sicuramente non sarà facile”.

valentino rossi

ARTICOLI CORRELATI:

Superbike pronta a ripartire: annunciate le prime date
Superbike pronta a ripartire: annunciate le prime date
Petrucci sbotta su Miller
Petrucci sbotta su Miller
MotoGp, cancellati altri due Gran Premi
MotoGp, cancellati altri due Gran Premi
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena