Kempes ordina a Messi di svegliarsi

"C'è pressione su chi va in fabbrica e lavora 12 ore al giorno" osserva l'ex campione argentino.

18 Giugno 2018

Mario Kempes, campione del mondo nel 1978 con la nazionale argentina, nonché capocannoniere di quell’edizione della rassegna iridata, dà una mossa al connazionale Leo Messi, che in Russia, nella gara d’esordio, si è fatto parare un calcio di rigore dal portiere islandese Hannes Halldorsson.

"No, non c'è la pressione calcio - ha assicurato l’ex attaccante a TeleRadioStereo -. C'è pressione se fai altri lavori, chi va in fabbrica e lavora 12 ore al giorno. I calciatori sono milionari e non c'è pressione. Ci sono giocatori più forti di altri ma la pressione è diversa e devi convertirla in prestazioni".

"L'Italia doveva fare un cambio generazionale e mentale. Per voi è molto difficile cambiare mentalità ma nel calcio come negli altri aspetti della vita bisogna evolversi e andare avanti. E’ brutto che non si sia qualificata" ha concluso Kempes

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesCafu e Xavi scoprono le bellezze del Qatar
Cafu e Xavi scoprono le bellezze del Qatar
©Getty ImagesMondiali femminili, Francia subito a valanga
Mondiali femminili, Francia subito a valanga
©Getty ImagesElena Linari:
Elena Linari: "Abbiamo la forza dell'umiltà"
 
Milan-Genoa 2-1, le pagelle: la decide un autogol di Scamacca
Europa League: Roma-Ajax 1-1, le foto
Liverpool-Real Madrid 0-0, le foto
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala