F1, Lewis Hamilton ha irritato Nico Rosberg

Le parole del britannico su Valtteri Bottas sono state ascoltate anche dal tedesco.

9 Settembre 2021

Nico Rosberg si è irritato

Valtteri Bottas, la cui esperienza con la Mercedes è al capolinea, ha incassato gli elogi di Lewis Hamilton, secondo cui il finlandese è stato il miglior compagno di squadra che avesse mai avuto.

Parole che hanno irritato Nico Rosberg, che ha sangue scandinavo (il padre, Keke, è stato campione del mondo nel 1982 sotto alla bandiera della Finlandia), nazionalità tedesca ma che, soprattutto, è stato l’unico a impedire al britannico di vincere il campionato del mondo da quando corre su una Mercedes. E’ successo nel 2016. Ed è quello che Rosberg ha tenuto a ricordare, tra il piccato e l’ironico.

A partire dal 2022 sarà George Russell a condividere il box delle Frecce d’Argento con il pluricampione del mondo. Valtteri Bottas prenderà il posto in Alfa Romeo di un altro finlandese: Kimi Raikkonen ha infatti deciso di appendere il casco al chiodo.

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesF1, il destino di Antonio Giovinazzi è scritto
F1, il destino di Antonio Giovinazzi è scritto
©Getty ImagesF1, Christian Horner si fida di Max Verstappen
F1, Christian Horner si fida di Max Verstappen
©Cristian LovatiLewis Hamilton-Max Verstappen, nuova bordata dalla Red Bull
Lewis Hamilton-Max Verstappen, nuova bordata dalla Red Bull
©Getty ImagesF1, Toto Wolff chiarisce su Max Verstappen
F1, Toto Wolff chiarisce su Max Verstappen
©Cristian LovatiF1: Lewis Hamilton, altra bordata a Max Verstappen
F1: Lewis Hamilton, altra bordata a Max Verstappen
©Cristian LovatiUn colpo di Clarkson avvisa Lewis Hamilton e Max Verstappen
Un colpo di Clarkson avvisa Lewis Hamilton e Max Verstappen
 
Liverpool-Milan 3-2, le pagelle
Malmoe-Juventus 0-3, le pagelle
Cristiano Ronaldo abbatte uno steward. Poi si scusa. Le foto
Europa League: le rivali delle italiane
Sampdoria-Milan 0-1, le pagelle
Udinese-Juventus 2-2, le pagelle
Psg, partitella d'allenamento stellare: le foto
Serie A tra ritorni e conferme: chi rischia di più?