Vincenzo Nibali spiega il suo no al Mondiale

Lo Squalo non parteciperà: "La maglia azzurra è sacra".

Vincenzo Nibali ha detto no al Mondiale. Lo Squalo non si sente al massimo della forma e non parteciperà alla rassegna iridata di fine settembre: "La maglia azzurra per me è sacra e va rispettata. Non sono al top e non è giusto che porti via il posto a un compagno", sono le parole del siciliano riportate dalla Gazzetta dello Sport.

Il percorso del Mondiale in Inghilterra non era l'ideale per lui e ad inizio stagione l'aveva già scartato; ma a fine agosto, dopo le buone prestazioni in Germania, il ct Cassani lo aveva chiamato chiedendogli di partecipare con un ruolo da "regista". In Canada Nibali non ha sfigurato ma non si è sentito così in forma al punto di entrare negli 8 titolari azzurri. Una valutazione fatta d’intesa con il commissario tecnico.

Cassani tra pochi giorni ufficializzerà la squadra: sicuri del posti Trentin, Colbrelli, Ulissi, Cimolai, Moscon e Puccio. Ora l'attenzione è rivolta a Bettiol, Cataldo, Visconti e Formolo, tutti da valutare.

nibali

ARTICOLI CORRELATI:

Coronavirus, allerta per Milano-Sanremo e Giro
Coronavirus, allerta per Milano-Sanremo e Giro
Fuglsang concede il bis in Andalusia
Fuglsang concede il bis in Andalusia
Nibali:
Nibali: "Grandi margini di miglioramento"
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium