Viviano, il nodo rimane l'ingaggio

Il portiere, ai margini a Lisbona, avrebbe già detto 'sì' alla Spal.

Un anno fa di questi tempi la Spal svoltò in classifica grazie a operazioni di mercato mirate che permisero alla squadra di Semplici di conquistare la salvezza al primo campionato di Serie A dopo 49 anni.

Adesso la storia potrebbe ripetersi perché dopo un ottimo avvio di stagione i ferraresi hanno subito un brusco calo, che imporrà di apportare qualche correttivo alla rosa. Uno di questi sarà in porta, dove Alfred Gomis e Vanja Milinkovic-Savic non hanno convinto e dove sarebbe già stato individuato un rinforzo di esperienza come Emiliano Viviano.

Il portiere fiorentino sta vivendo una stagione paradossale: voluto allo Sporting da Sinisa Mihajlovic, suo allenatore alla Sampdoria, l’esonero del tecnico serbo già a fine giugno ha reso l’ex di Bologna e Inter un fantasma in Portogallo.

Zero presenze e tanta voglia di tornare protagonista in Italia. Viviano alla Spal avrebbe già detto sì, così come lo Sporting gradisce il prestito proposto dalla Spal, ma c’è il nodo ingaggio: il mezzo milione che l'estremo difensore dovrebbe percepire fino a fine stagione rappresenta al momento un ostacolo insormontabile.

ARTICOLI CORRELATI:

D'Aversa:
D'Aversa: "Ancora innervosito da quel rigore"
Mauro Icardi al Psg, si chiude
Mauro Icardi al Psg, si chiude
Milan, si allontana Eduardo Quaresma
Milan, si allontana Eduardo Quaresma
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag