Mercato Atalanta: blitz londinese per il nuovo Duvan Zapata

La dirigenza orobica punta a intavolare l'operazione nel giro di 48 ore, nel caso in cui l'Inter accelerasse sul colombiano.

7 Agosto 2021

L'Atalanta vuole trovare subito il nuovo attaccante in caso di partenza di Duvan Zapata.

Il centravanti colombiano, dopo il sì di Romelu Lukaku, continua ad essere una delle primissime opzioni dell'Inter per sostituirlo. E proprio per questo motivo la dirigenza orobica intende trascorrere pochissime ore senza il fulcro del proprio attacco.

Secondo 'Sky Sport', infatti, tramite un vero e proprio blitz la Dea potrebbe assicurarsi Tammy Abraham del Chelsea. La Dea si trova a Londra, dove ha giocato (e perso) in amichevole contro il West Ham: occasione d'oro per incontrare la dirigenza dei Blues.

I nerazzurri si sarebbero dati 48 ore di tempo per intavolare la trattativa, in modo da regalare a Gian Piero Gasperini l'atteso centravanti nel minor tempo possibile. Sempre nel caso in cui, chiaramente, Zapata dovesse effettivamente partire.

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesLionel Messi, i dettagli di un accordo da Paperone
Lionel Messi, i dettagli di un accordo da Paperone
©Getty ImagesCristiano Ronaldo, nuovo record: battuto anche Lionel Messi
Cristiano Ronaldo, nuovo record: battuto anche Lionel Messi
©Getty Imagesil PSG vuole un Marcelo Brozovic alla Gigio Donnarumma
il PSG vuole un Marcelo Brozovic alla Gigio Donnarumma
©Getty ImagesJuventus-Donnarumma: Raiola rivela un retroscena
Juventus-Donnarumma: Raiola rivela un retroscena
©Foto BuzziMercato Monza, Giovanni Stroppa chiarisce
Mercato Monza, Giovanni Stroppa chiarisce
©Getty ImagesMercato Juve: colpo a parametro zero nel 2022
Mercato Juve: colpo a parametro zero nel 2022
 
Liverpool-Milan 3-2, le pagelle
Malmoe-Juventus 0-3, le pagelle
Cristiano Ronaldo abbatte uno steward. Poi si scusa. Le foto
Europa League: le rivali delle italiane
Sampdoria-Milan 0-1, le pagelle
Udinese-Juventus 2-2, le pagelle
Psg, partitella d'allenamento stellare: le foto
Serie A tra ritorni e conferme: chi rischia di più?