Gianluigi Donnarumma spiega perché ha lasciato il Milan

"Certe scelte sono difficili, ma fanno parte della crescita di un uomo" ha sottolineato.

13 Luglio 2021

"Quello che posso dire è che a volte è giusto scegliere di cambiare, di affrontare sfide diverse, crescere, completarsi", ha dichiarato Gigio.

Dopo aver ammirato le strabilianti prestazioni di Gigio Donnarumma ad Euro2020 - che sono valse al portiere di Castellammare di Stabia il premio di MVP della kermesse - sicuramente saranno aumentati i rimpianti, già presenti in dosi massicce, negli animi dei tifosi rossoneri.
L'addio dell'estremo difensore al Milan era stato già annunciato ufficialmente da Maldini poco prima dell'inizio degli Europei: di lì a pochi giorni Raiola ed il suo assisito hanno sottoscrtitto un accordo col PSG che verrà ratificato in via ufficiale nei prossimi giorni. Tutti attendevano con ansia le parole dell'eroe di Euro2020 sulla sua decisione di cambiare maglia.
Come promesso dal diretto interessato, alla fine della competizione sono arrivate le sue considerazioni, affidate al suo profilo Instagram.

"Certe scelte sono difficili, ma fanno parte della crescita di un uomo. Sono arrivato al Milan che ero poco più di un bambino, per otto anni ho indossato questa maglia con orgoglio, abbiamo lottato, sofferto, vinto, pianto, gioito, insieme ai miei compagni, ai miei allenatori, a tutti coloro che hanno fatto e fanno parte del Club, insieme ai nostri tifosi che sono parte integrante di quella che per tanti anni è stata una famiglia.  In maglia rossonera ho tagliato anche traguardi personali importanti, come l’esordio a 16 anni in serie A. Ho vissuto anni straordinari che non dimenticherò mai. Ora è arrivato il momento di salutarci, una scelta che non è stata semplice, anzi, e sicuramente non basta un post per spiegarla, o forse nemmeno può essere spiegata perché i sentimenti più profondi difficilmente possono essere tradotti in parole. Quello che posso dire è che a volte è giusto scegliere di cambiare, di affrontare sfide diverse, crescere, completarsi. Tutti i rossoneri che ho incontrato, dal primo all’ultimo giorno, resteranno sempre nel mio cuore come una parte importante, anzi fondamentale, del percorso di vita che mi ha reso quello che sono. Auguro al Milan tutti i successi possibili e lo faccio con il cuore, per l’affetto che mi lega a questi colori, un sentimento che la distanza e il tempo non possono cancellare".

©Getty Images

NOTIZIE TOKYO 2020:

©Tokyo 2020, basket: storico ko degli Stati Uniti
Tokyo 2020, basket: storico ko degli Stati Uniti
©Getty ImagesTokyo 2020, la Francia si rilancia nel calcio
Tokyo 2020, la Francia si rilancia nel calcio
©Getty ImagesTokyo 2020, splendido bronzo di Mirko Zanni nel sollevamento pesi
Tokyo 2020, splendido bronzo di Mirko Zanni nel sollevamento pesi
©Getty ImagesTokyo 2020, Filippo Ganna e il dubbio del numero 1
Tokyo 2020, Filippo Ganna e il dubbio del numero 1
©Getty ImagesTokyo 2020, Sonego e Musetti avanti nel doppio
Tokyo 2020, Sonego e Musetti avanti nel doppio
©Getty ImagesTokyo 2020, squalificata Benedetta Pilato
Tokyo 2020, squalificata Benedetta Pilato
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle